Pubblicato il

Inaugurato il Centro per la cura e la diagnosi dell'autismo

Inaugurato il Centro per la cura e la diagnosi dell'autismo

CIVITAVECCHIA-Una condizione complessa, quella autistica, attorno alla quale ruotano ancora una serie di pregiudizi e fraintendimenti, che ostacolano una reale comprensione del problema. Il numero dei casi, secondo gli studi epidemiologici, è in costante aumento. Ci si limita a dire che “forse sono 600 mila” le famiglie che in Italia convivono con l’autismo e talvolta sono lasciate sole.

Da questa mattina Civitavecchia nella sede del TSMREE in via Calisse 49,  ha un centro di diagnosi e cura  farmacologica dei disturbi dello spettro autistico, una struttura di II livello, che nasce come risposta concreta ai bisogni dei bambini affetti anche dall’ Adhd, ovvero dalla sindrome legata ai disturbi e ai deficit di attenzione e iperattività. Un risultato importante, arrivato grazie all’aiuto di un complesso e articolato lavoro di rete. Un punto di riferimento targato Asl Rm f,  che va a concretizzare uno dei tanti obiettivi della legge nazionale sull’autismo, la  n. 134 del 18 agosto del 2015. La direzione delle attività è affidata alla dott.ssa Oliviero, sostituta per l’inaugurazione dalla dott.ssa Deiana, che ha espresso a nome di tutta  l’equipe estrema soddisfazione: “Siamo sostenuti da tutte le istituzioni, speriamo che riusciremo a lavorare sempre uniti e in rete, con i rappresentati delle associazioni, finora preziosissimi in questo percorso, al momento sono anche attivi due progetti Onoterapia e quello di vela”.  Un vero e proprio ambulatorio, che prevede la valutazione clinica della patologia, la condivisione con la famiglia del progetto educativo, la certificazione diagnostica, la collaborazione con la scuola e la definizione di percorsi  individuali sia dalle strutture pubbliche che private. “L’ Azienda Roma F ormai cinque anni fa  ha iniziato un percorso di cura e ascolto – spiega il prof. Maurizio Munelli direttore dell’Osservatorio Autismo e Adha dell’Azienda-  Abbiamo anticipato anche la legge nazionale grazie ad una delibera. Crediamo moltissimo nella cura in questo campo, perché era di una di quelle patologie orfane, ci abbiamo creduto anche grazie all’esperienza e alla professionalità del  prof. Carlo Hanau. Abbiamo realizzato un sogno, siamo un punto di riferimento con un approccio multidisciplinare per una diagnosi corretta senza andare altrove” . In rappresentanza delle associazioni che si occupano da anni di autismo una mamma della onlus ‘’Ottava nona’’: “Sono una mamma e so cosa  può vuol dire avere la possibilità di  una diagnosi precoce e soprattutto di un controllo c’era il bisogno e mancava per la nostra città, un punto di riferimento sicuro e multidisciplinare”. Soddisfatta anche la presidente dell’Aifa Lazio che si occupa di Adhd: “un disturbo che se riconosciuto in tempo riduce di molto le complicanze”.

A chiudere l’inaugurazione il direttore dell’Asl Rm F il dott. Giuseppe Quintavalle: “Questo viaggio è partito nel 2010 quando iniziammo a pensare con un gruppo di famiglie affette da autismo e da Adhd, ad un osservatorio di cui ero direttore. Questo ambulatorio rappresenta un pezzo importante per poter contare su un aiuto diagnostico, di indirizzo, formazione  e informazione. Grazie al dott. Hanau e all’impegno di tutti abbiamo condiviso un percorso che ha fatto superare le prime difficoltà. Si è arrivati a poter dire con  certezza che possiamo  aiutare le famiglie, sostenerle soprattutto nel momento della prima diagnosi, ma anchein tutto il percorso della vita fino all’inclusione sociale  grazie ad attori finanziatori di progetti come la Fondazione Cassa di Risparmio, che ci ha permesso di mandare a lavorare i primi ragazzi”.

 

ULTIME NEWS