Pubblicato il

«Disgustato da chi accosta il proprio odio alla religione»

«Disgustato da chi accosta il proprio odio alla religione»

Il sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci difende i diritti civili e attacca Onorato (Fn). «La nostra mission è creare uguaglianza tra i cittadini»

CERVETERI – Il sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci scende in campo in difesa dei diritti civili e lo fa attraverso un duro attacco a Giuseppe Onorato responsabile di Forza Nuova.

«Chi usa la parola omosessualità come se fosse un insulto – tuona Pascucci – non meriterebbe neanche una risposta. Quando leggo le parole cariche di odio e di ignoranza scritte da Giuseppe Onorato, responsabile di Forza Nuova, non posso far altro che provare disgusto. Insultare una persona per i propri orientamenti sessuali, per il colore della pelle, per le credenze religiose, per la cultura, per la provenienza geografica ci riporta indietro di settant’anni. Quando l’odio e l’ignoranza creavano i ghetti, e poi i campi di concentramento e di sterminio». Il sindaco si scusa con i cittadini per le parole espresse da Onorato in un «attacco violento e vergognoso».

«Ci sono battaglie, nella vita, che vale davvero la pena di combattere con tutte le proprie forze – ha continuato Pascucci – E quella per i diritti fondamentali dell’umanità, per la Dignità, la Libertà e l’Uguaglianza, è una di queste. Proprio perché nel mondo ci sono ancora persone (poche per fortuna) che la pensano come Giuseppe Onorato. Persone che fomentano l’odio e la discriminazione. Ma c’è un’altra cosa che non accetto. La sfrontatezza con cui questa gente si permette di accostare il proprio odio alla parola Religione».

«Questa è la nostra mission – ha concluso Pascucci – creare l’uguaglianza tra i cittadini e rimuovere quegli ostacoli. Il registro delle Unioni civili, la cittadinanza onoraria ai bambini stranieri nati in Italia, la trascrizione di un matrimonio contratto all’estero tra due persone dello stesso sesso, l’istituzione del consigliere comunale aggiunto (in arrivo) e anche l’esposizione della bandiera della pace sugli edifici comunali (chiamata dall’ignorante Giuseppe Onorato “bandiera dei diritti omosessuali”) sono tutti passi di questo importantissimo viaggio. Quello dei diritti civili. Un viaggio per il quale, anche a Cerveteri, riteniamo necessario fare la nostra parte».

ULTIME NEWS