Pubblicato il

Giunta, approvato il pacchetto Scuola

ROMA- Sei nuovi bandi per un totale di oltre 52 milioni di euro da gennaio 2016 al 2018. Un piano triennale della conoscenza, con sei diversi avvisi pubblici, finanziati con Fondo Sociale Europeo, rivolti potenzialmente a circa 23mila persone e almeno 400 scuole. I target: qualificazione di soggetti disoccupati o inoccupati, con una particolare attenzione ai mestieri artigianali e alle work experience. A presentare il ‘pacchetto scuola’ sono stati il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti e il vicepresidente, Massimiliano Smeriglio.Questi i bandi: per il primo, su ‘Gli interventi per la qualificazione professionale di soggetti inoccupati e disoccupati’, saranno investiti 24 milioni di euro nel triennio 2016/2018. La Regione Lazio mettera’ in atto una serie di interventi finalizzati alla crescita delle opportunita’ occupazionali e all’inserimento in impresa anche in situazioni di particolare fragilita’, per soggetti in condizione di poverta’ o a rischio di marginalita’ economica e sociale, attraverso progetti di qualificazione o riqualificazione. Target stimato: 12mila persone, con prima scadenza a febbraio 2016; per gli ‘interventi per le imprese artigiane e il recupero dei mestieri tradizionali del Lazio’, saranno invece investiti 18 milioni di euro nel triennio 2016/2018. Un finanziamento di proposte progettuali per il sostegno ad attivita’ artigianali e pmi produttive, per lo sviluppo locale e il rilancio del territorio.Interventi mirati «al consolidamento, rinnovamento e innovazione delle competenze con l’obiettivo di creare significative opportunita’ di occupazione, anche con riferimento a quelle realta’ regionali che sono piu’ esposte a fenomeni di spopolamento e marginalizzazione socioeconomica». Previste tre linee di intervento (giovani e adulti inoccupati o disoccupati, titolari di imprese artigiane, conseguimento di qualifica professionale), per un target di 9mila persone e prima scadenza a febbraio 2016; 4,5 milioni invece saranno stanziati per gli ‘interventi finalizzati alla nuova occupazione nelle imprese del Lazio’. Questo terzo bando prevede una serie di interventi di formazione per disoccupati e inoccupati finalizzati all’inserimento lavorativo, prevedendo l’obbligo di assunzione per le aziende che partecipano al bando di almeno il 50% delle persone formate.

ULTIME NEWS