Pubblicato il

Risposte ai dubbi sulla crisi di coppia

di GIAMPIERO BALDI

SANTA MARINELLA – A gennaio ripartirà il workshop sul tema “Il matrimonio, cammino di corresponsabilità”, che ha avuto avvio il 2 dicembre scorso al Castello Odescalchi. Dal prossimo mese alcuni professionisti metteranno a disposizione delle coppie che interverranno, un metodo di aiuti potenziati con lo scopo di offrire loro risposte a dubbi e curiosità legati alla vita “a due” e a quella di genitori. Ecco il programma: 13 gennaio: i diritti e i doveri dei coniugi, fedeltà, assistenza, collaborazione, coabitazione, contribuzione. Il dualismo sessualità- genitalità, la relazione intima, la complicità. le statistiche attuali tra matrimonio civile e matrimonio religioso. La funzione delle pubblicazioni e relativo vademecum. Il secondo incontro è per il 3 febbraio, si parlerà dell’indirizzo familiare e la sua attuazione, la residenza, la meta comune, la caratterialità, la compartecipazione, la relazione superficiale e profonda, la residenza dei coniugi sotto il profilo amministrativo.
Terzo incontro il 24 febbraio con il rapporto con i figli, il mantenimento, l’istruzione, l’assistenza, il rispetto, la maternage e il paternage, i ruoli e le funzioni, l’identità e lo sviluppo psico-corporeo, l’adozione nazionale e internazionale. Il quinto incontro è previsto per il 16 marzo dove verranno trattati i temi sulla crisi del rapporto, la separazione, le conseguenze, l’affido dei figli, l’infedeltà, le carenze materiali ed affettive, l’invidia, lo spreco economico e affettivo, la separazione dinnanzi all’ufficiale di stato civile. Il quinto incontro ci sarà il 6 aprile 2016 e si parlerà del divorzio e delle conseguenze e del regime patrimoniale dei coniugi. Nel sesto incontro (27 Aprile) si discuterà sulla patologia del rapporto compromesso e la violenza domestica, gli amori violenti e i legami patologici, la fine del matrimonio e gli effetti sullo stato civile. Nel settimo incontro in programma per il 18 maggio il tema sarà la patologia nella post separazione, gli atti persecutori, la prepotenza, il disprezzo, la brutalità ed infine il registro della bigenitorialità. Infine nell’ultimo incontro dell’8 giugno si tratterà sulla mediazione come strumento della risoluzione dei conflitti e le testimonianze. La partecipazione è aperta a tutti, per prenotarsi chiamare l’ufficio di stato civile del Comune.

ULTIME NEWS