Pubblicato il

E’ intesa tra Croce Rossa e Ater

E’ intesa tra Croce Rossa e Ater

CIVITAVECCHIA  – Do ut des. Un vero e proprio dare e avere, tra l’Ater di Civitavecchia e il comitato locale della Croce Rossa. Con la firma di un protocollo d’intesa è stata suggellata una collaborazione integrata, che durerà 15 anni, con l’obiettivo di contenere il disagio sociale in città. Un know-how, ovvero, il comodato d’uso nella sede di viale Matteotti, in cambio di servizi di assistenza socio sanitaria all’utenza più bisognosa dell’Azienda.  La Cri di Civitavecchia, in  buona sostanza si impegnerà dal 1 gennaio  a supportare tutte quelle persone, inquilini,  che si trovano in una situazione di forte indigenza con donazioni di prima necessità, servizio a domicilio e primo soccorso. «Un passaggio importante – afferma il commissario dell’Ater, Antonio Passerelli – l’Ater gestisce a Civitavecchia 1500 alloggi circa il 10 per cento della popolazione, molti inquilini hanno difficoltà legati alla disabilità, pertanto questa collaborazione potrà essere preziosa».  La Cri si impegna, in base all’accordo, ad organizzare anche un corso di formazione per il personale dipendente Ater, in via Don Lorenzo Milani sui fondamenti di educazione sanitaria e primo soccorso in materia di tutela della salute e della sicurezza. Inoltre sarà previsto uno sconto del 3 per cento  sul servizio di trasporto  infermi (in linea con le tariffe adottate il 26 maggio 2015). La Cri inoltre di occuperà di organizzare le  assistenze, che verranno di volta in volta segnalate dalla stessa Azienda, attraverso la distribuzione gratuita di generi alimentari, provenienti da donazioni e raccolte. «La nostra è una realtà importante in tutto il mondo – spiega il commissario della Croce Rossa locale di Civitavecchia, Roberto Petteruti- siamo pronti ed è  con una grande soddisfazione che gli uffici dell’Ater verranno presto anche dotati di un defibrillatore». «Un’attività, la nostra – conclude il commissario –   che nel settore del volontariato è credibile e altamente qualificata, questo accordo rappresenta un esempio valido di progetto integrato con gli Enti pubblici del territorio e associazioni del terzo settore».

ULTIME NEWS