Pubblicato il

«Un’associazione privata non è soggetta ai controlli del Comune»

«Un’associazione privata non è soggetta ai controlli del Comune»

I soci del centro anziani contestano la decisione dell’amministrazione di chiudere momentaneamente la struttura di via Saffi. Si attende la nomina del nuovo presidente e del nuovo direttivo. Vurchia: «Si sta commettendo un errore»

di GIAMPIERO BALDI

S. MARINELLA – Polemiche e recriminazioni a non finire per la decisione presa dal Comune di chiudere il centro anziani di Parco Saffi per non aver ottemperato alla norma che prevede, nei tempi stabiliti, il rinnovo del consiglio direttivo dell’associazione ‘‘Over 60’’. L’imposizione, però, non è piaciuta agli avventori della bellissima struttura, ma considerato che il regolamento comunale è severo su questa tematica, hanno accettato la decisione ed ora attendono la nomina del nuovo presidente per riprendere possesso del loro luogo di ritrovo. In passato c’era stata polemica nell’assegnazione del centro anziani in quanto, altri soggetti simili, vedi il centro anziani di via Lazio, avrebbe preteso lui la struttura, perché titolato come unico vero centro anziani comunale. L’amministrazione, però, decise diversamente, anche per dare un luogo di incontro agli anziani che vivono nella zona nord della città. Ma a polemizzare su questa vicenda sono alcuni soci del centro anziani comunale di via Lazio, che ritengono illegittime le procedure previste dall’amministrazione comunale per la nomina del nuovo direttivo del polivalente di Parco Saffi. «Quella struttura, fatta con soldi regionali, doveva essere adibita a centro polivalente ed assegnata attraverso un bando pubblico, invece è considerata un circolo di promozione sociale gestito da un’associazione privata – commenta Pasquale Vurchia, socio del Centro Anziani Comunale – per cui mi domando come può un funzionario comunale procedere alla supervisione delle elezioni del nuovo direttivo della Over 60 che è un’associazione privata e quindi non sottoposta al controllo di un ente locale? Io credo che il Comune stia attuando lo statuto comunale riservato al centro anziani comunale, per una associazione a carattere privato. Sappiamo che ci sono stati dei problemi in quel circolo ed un gruppo di soci ha incontrato il sindaco. Spero che non si ripeta l’errore fatto all’epoca con l’assegnazione del polivalente fatto in modo diretto e quindi illegittimo e che si vada con una gara pubblica».

ULTIME NEWS