Pubblicato il

Derivati, il Comune si ritiene danneggiato dall’advisor

Derivati, il Comune si ritiene danneggiato dall’advisor

La società Nomura con sede a Londra sarà chiamata in causa alla luce dell’esito fortemente negativo delle operazioni di swap. Sarà conferito un incarico ad un legale specializzato. Di qui al 2021 il Pincio dovrebbe pagare oltre 30 milioni

CIVITAVECCHIA – Il Pincio apre una causa presso il Tribunale di Civitavecchia nei confronti della Nomura International di Londra, che nel 2003 svolse il ruolo di advisor per l’analisi del debito comunale e la gestione attiva dello stesso l’organizzazione e collocamento di uno o più eventuali ‘‘Boc’’ e operazioni di cartolarizzazione e selezionò Nomura Derivative Products Inc.quale controparte per operazioni sui derivati, che poi rimodulò le posizioni debitorie del comune di Civitavecchia tramite una complessa operazione di swap. Successivamente il Comune e Nomura Derivates Products Inc. stipularono altri contratti in derivati. Da un’analisi effettuata sui flussi finanziari SWAP dal 2003 ad oggi, dal 2003 al 2010 il Comune di Civitavecchia ha incassato 17.268.629 euro, mentre dal 2011 al 2015 l’ente ha restituito  6.828.943. euro. Il Comune, sulla base dei tassi di mercato attesi, di qui al 2012 dovrebbe restituire oltre 30,6 milioni di euro. Ritenendo, dopo anche una riunione con il Mef, che la natura del contratto è in palese danno all’amministrazione, il Sindaco ha ricevuto mandato a costituire in giudizio il Comune, chiamando in causa l’advisor. Una soluzione da tempo già sollecitata anche dall’opposizione, in particolare dal capogruppo della Svolta Massimiliano Grasso.

Mariassunta Cozzolino

ULTIME NEWS