Pubblicato il

Pd: "Cortina fumosa sulle centraline"

Pd: "Cortina fumosa sulle centraline"

CIVITAVECCHIA – Non poteva mancare il Partito democratico nella polemica tra il sindaco e la Bilab sulle centraline di monitoraggio della qualità dell’aria. «Cozzolino e i suoi stanno, ad arte, montando una polemica sulle centraline di rilevamento dell’aria, per distrarre l’opinione pubblica dall’accordo fatto con Enel, in dispregio alle promesse elettorali. I cinque stelle, però, fingono di non sapere che in tutta Italia esistono almeno 200 Reti di Monitoraggio della Qualità dell’Aria private, ossia di proprietà di Enel, Eni, inceneritori, impianti petrolchimici e così via. Queste reti – si legge nella nota del Pd –  nascono, in ossequio al principio che chi produce un inquinamento deve farsi carico del suo controllo, perché prescritti da decreti VIA, proprio come accade per la Rete Qualità dell’Aria di Civitavecchia nata dalle prescrizioni al DecVia 2003». «La proprietà della rete, come pure gli oneri di funzionamento e la manutenzione degli apparati – si legge nella difesa d’ufficio dem –  rimane in capo a chiunque purché, sulla base di un accordo tra il gestore, la Regione e l’Arpa, la sua gestione sia sottoposta al controllo di quest’ultima.   Un accordo di questo tipo fu fatto nel 2009, su sollecitazione del Procuratore della Repubblica Amendola, tra il Consorzio di Gestione dell’Osservatorio Ambientale e Arpa Lazio. Alla luce di quell’accordo sino al 31.12.2015 i dati sono stati raccolti e trasmessi quotidianamente ad Arpa Lazio, dopo esser stati validati secondo un protocollo di validazione di quello stesso Ente Regionale».

ULTIME NEWS