Pubblicato il

«S. Marinella non è una città ad alto rischio criminalità»

«S. Marinella non è una città ad alto rischio criminalità»

Il sindaco Roberto Bacheca, dopo le polemiche dei giorni scorsi, parla di sicurezza e di nuove telecamere di sorveglianza. «Volevamo più carabinieri ma il prefetto ci ha fatto ragionare. Bene il comandante dei vigili Adinolfi: altri sei mesi a tempo parziale»

SANTA MARINELLA – L’amministrazione comunale ha deciso di prorogare fino a giugno l’incarico di comandante della stazione della Polizia locale al dottor Mario Adinolfi. La giunta Bacheca infatti sembra intenzionata a risolvere il problema della mancanza di un responsabile a tempo pieno dei Vigili urbani, con la mobilità del personale di alcuni enti dello Stato che potrebbero colmare questa lacuna. Sindaco, ma non era meglio avere un responsabile della polizia locale a tempo indeterminato? «Non è detto che un comandante a tempo indeterminato avrebbe fatto meglio del dottor Adinolfi – risponde Bacheca – perché chi ha la certezza del posto di lavoro non ha gli stessi stimoli di chi invece lavora a tempo parziale. Il settore della polizia locale è molto delicato e va gestito con intelligenza e responsabilità. Ci serviva una figura esterna a Santa Marinella che avrebbe visto con occhio diverso le problematiche di questa città e credo che il dottor Adinolfi abbia fatto un ottimo lavoro sotto questo aspetto. Nonostante sia part time tra noi e Manziana, ha saputo rispondere molto bene alle necessità di questa città e grazie alla sua disponibilità abbiamo deciso di rinnovargli l’incarico per altri sei mesi. Per quanto riguarda il problema del personale che è insufficiente debbo dire che volevamo quantomeno rinforzare l’organico estivo, ma siamo stati bloccati dalle leggi dello Stato che non ci hanno consentito di assumere. Per ora abbiamo sei mesi di tempo per valutare se ci sono figure professionali alla Provincia o alla Guardia Forestale che possano sanare questo problema. Purtroppo credevamo che il personale provinciale potesse essere a disposizione per la mobilità, invece abbiamo saputo che sono stati assorbiti dalla Regione Lazio».

Il sindaco comunque ritiene che ci siano altri metodi per il controllo del territorio. «Avevamo fatto una esplicita richiesta al Prefetto per avere più carabinieri, ma lui ci ha fatto capire che Santa Marinella non è una città ad alto rischio criminalità come lo sono altre città limitrofe. Da noi i furti sono in numero minore rispetto ad altre realtà. Nonostante ciò, abbiamo difficoltà con il personale a disposizione, nel controllare l’intero territorio comunale, ed è per questo che abbiamo aumentato il numero delle telecamere che, rispetto a quelle precedenti, sono di ultima generazione, si possono vedere anche immagini in notturna per scoprire chi commette reati all’arredo urbano e all’ambiente come le discariche abusive».

ULTIME NEWS