Pubblicato il

Comunali in stato di agitazione

Comunali in stato di agitazione

I dipendenti del Pincio si sono riuniti oggi in assemblea. Chiesta una riunione urgente con Sindaco, giunta e segretario generale

CIVITAVECCHIA – I dipendenti comunali sono in stato di agitazione. È questo l’esito dell’assemblea che si è svolta questa mattina all’aula Pucci, convocata dalle rappresentanze sindacali unitarie, che si è chiusa con la richiesta di una riunione urgente con il sindaco Cozzolino, la giunta ed il segretario generale Caterina Cordella. 

Tanti i temi e le problematiche da affrontare: rapporti sindacali ormai vicini alla rottura, fondi del salario accessorio vecchi e nuovi e le conseguenze sui relativi servizi straordinari da eseguire, la ripresa della discussione sul nuovo contratto decentrato scaduto da anni, e in ultimo il codice comportamentale approvato in giunta il 23 dicembre su indicazione della segretaria generale. «Un codice comportamentale approvato in giunta – hanno sottolineato i sindacalisti – senza alcuna contrattazione e discussione. D’altronde questa amministrazione non ha intenzione di confrontarsi con nessuno, tantomeno con noi. Ci “controllano” anche fuori l’orario di lavoro, inserendo una sorta di codice etico». In attesa dell’erogazione del fondo 2015, non condiviso da tutti e degli eventuali pronunciamenti della Corte dei Conti sui fondi precedenti, alla luce degli scarsi investimenti sul personale, dei ritardi con cui si va a discutere dei fondi, della preoccupazione della tenuta strutturale dell’ente e delle sue casse, i comunali hanno tuonato: «La misura è colma e questa amministrazione non vuole il dialogo».

ULTIME NEWS