Pubblicato il

Attentato al centro di Giacarta: il bilancio è di sette morti e venti feriti

È di sette morti, cinque terroristi e due civili, di cui uno di origine canadese, e 20 feriti, tra cui un algerino e cinque agenti di polizia, il bilancio degli attentati di ieri nel centro di Giacarta. 
L’aggiornamento è stato fornito dal capo della polizia della capitale indonesiana, Tito Karnavian, il quale ha spiegato che due dei terroristi sono morti nell’attentato suicida a un posto di polizia vicino allo Starbucks, mentre gli altri tre sono stati uccisi in uno scontro a fuoco di fronte al Teatro di Giacarta. 
Falso allarme, invece, per l’altra esplosione, riferita da alcune televisioni locali, che sarebbe stata dovuta soltanto allo scoppio di un pneumatico.
In una nota lo Stato islamico ha rivendicato gli attacchi. Molte bombe, si legge nel comunicato in arabo pubblicato sul web, «sono esplose contemporaneamente agli attacchi condotti da quattro soldati del califfato con armi leggere e cinture esplosive».
In precedenza il vice capo della polizia nazionale Budi Gunawan ha ammesso che un gruppo di estremisti di Solo, nella provincia di Giava Centrale, era entrato in contatto con Bahrun Naim in Siria. 
La polizia aveva ricevuto a dicembre un’allerta per quello che il gruppo di Solo aveva definito un ‘‘concerto di bombe’’ da realizzare a Capodanno, ma l’enorme presenza delle forze di sicurezza aveva mandato all’aria il piano. Alla domanda se gli attacchi siano stati realizzati dall’Is nello stile di quelli compiuti a Parigi, il vice capo della polizia ha risposto affermativamente.
Aamaaq, uno dei media legati allo Stato Islamico, citando una “fonte” non identificata afferma che gli attentati di Giacarta sono stati compiuti da jihadisti dell’Is. Lo riporta la Bbc. (Adnkronos)

ULTIME NEWS