Pubblicato il

Cannabis terapeutica e guida senza patente: i due decreti approvati tra le ‘‘depenalizzazioni’’

Il Consiglio dei ministri, spiegano fonti di governo, ha approvato i due decreti legislativi sul ‘‘pacchetto’’ depenalizzazioni che, tra l’altro, riguardano la violazione dell’autorizzazione all’uso terapeutico della cannabis e la guida senza patente.
«Il Consiglio dei ministri – riferisce una nota di Palazzo Chigi – su proposta del ministro della Giustizia Andrea Orlando, ha approvato in esame definitivo un decreto legislativo recante disposizione in materia di depenalizzazione a norma dell’articolo 2, comma 2, della legge 28 aprile 2014, n. 67. L’obiettivo della riforma – si spiega – è quello di trasformare alcuni reati in illeciti amministrativi, anche per deflazionare il sistema penale, sostanziale e processuale, e per rendere più effettiva la sanzione».
Infatti, «si ritiene che rispetto a tali illeciti abbia più forza di prevenzione, generale e speciale, una sanzione certa in tempi rapidi che la minaccia di un processo penale che per il particolare carattere dell’illecito e per i tempi stessi che scandiscono il procedimento penale rischia di causare la mancata sanzione. Lo schema del decreto riprende le proposte della commissione ministeriale presieduta da Francesco Palazzo e si articola in interventi sia sul codice penale che sulle leggi speciali».
Quindi, «sono depenalizzati tutti i reati per i quali è prevista la sola pena della multa o dell’ammenda previsti al di fuori del codice penale e una serie di reati presenti invece nel codice penale». (Adnkronos)

ULTIME NEWS