Pubblicato il

Unindustria: "Civitavecchia piattaforma del Lazio"

Unindustria: "Civitavecchia piattaforma del Lazio"

CIVITAVECCHIA – Quando il presidente di Unindustria Maurizio Stirpe inaugurò la sede di Civitavecchia dell’associazione, confermò il forte interesse per Civitavecchia, il suo porto e per l’economia del mare, considerato driver di crescita fondamentale per rendere il Lazio ancora più competitivo.

Da quel giorno Unindustria ha mostrato di voler lavorare proprio in quest’ottica, creando sinergie virtuose con l’Autorità Portuale e con l’amministrazione comunale. «In questo territorio – ha spiegato – ci sono occasioni di business ed è stato bravo chi ha saputo sfruttarle, portando ad esempio qui il traffico auto di Fca, che verrà incrementato anche con la nuova Giulia e le auto del settore premium di Alfa Romeo. L’obiettivo è quello di creare condizioni di vantaggio per chi ha intenzione di investire su questo territorio». In questo senso Unindustria ha commissionato alla KPMG uno studio dal titolo ‘‘Civitavecchia: città-porto. Linee guida per un piano strategico di sviluppo’’, i cui risultati saranno presentati a marzo. L’obiettivo quello di predisporre un’analisi strategica delle potenzialità dell’area retroportuale di Civitavecchia e della costituzione ed organizzazione della ‘‘Zona franca doganale’’.

«Il nuovo Terminal Container – ha aggiunto Stirpe – sarà il perno sul quale realizzare una piastra logistica laziale in grado di attrarre importanti realtà produttive e, quindi, generar occupazione». Lo studio KPMG ha identificato anche delle aree strategiche di potenziale espansione, tra cui quelle del ‘‘Patto territoriale degli Etruschi’’ con interventi in ambito logistico, industriale e turistico. E poi ancora la zona industriale e l’interporto.

«I successi del porto sono i successi della città – ha commentato l’assessore al Turismo Enzo D’Antò – in questo senso stiamo portando avanti insieme ad Authority ed Unindustria numerosi progetti di sviluppo del territorio». «Con la darsena energetico grande masse e la zona franca – ha concluso Monti – Civitavecchia può davvero diventare quella piattaforma del Lazio di cui si parlava nel 2013 in Regione».

ULTIME NEWS