Pubblicato il

Caria: "Blasi ostaggio delle poltrone. Si dimetta"

Caria: "Blasi ostaggio delle poltrone. Si dimetta"

TARQUINIA – Cosa sta accadendo all’Università Agraria di Tarquinia dopo il voto e dopo lunghi incontri per fare l’esecutivo? Se lo domanda il coordinatore del Polo civico di sinistra, Luigi Caria, che accusa il presidente Alberto Blasi di essere ostaggio delle poltrone e lo invita a dimettersi.

” Ancora il presidente del consiglio deve essere nominato – dice Caria – tutto il paese sa benissimo perché, inutile continuare la farsa per poter andare avanti e poter cambiare lo statuto, fatto dallo stesso schieramento politico di centrosinistra, adesso lo vogliono di nuovo cambiare, perché? Sono poche le poltrone? E una poltrona in più o in meno vale l’accordo con la destra?”

“Caro presidente Blasi – accusa Caria – sei ostaggio della poltrona, fai una cosa saggia dimettiti e cerca di far chiarezza, in primis con il tuo partito e inseguito con i tuoi alleati che ti hanno messo in questa posizione”.

“La nostra cittadina – conclude il coordinatore del Polo civico di sinistra Luigi Caria – sta pagando un braccio di ferro tutto viterbese tra l’onorevole Fioroni e il consigliere Regionale Egidi, i tarquiniesi non meritano una classe politica locale che abbassa la testa ai diktat che vengono dal capoluogo di Provincia. Il nostro è un paese che merita ben altro”.

 

ULTIME NEWS