Pubblicato il

Flop per la campagna sui social di comunicazione di Torre Flavia

Flop per la campagna sui social di comunicazione di Torre Flavia

Ladispoli. Risultati pessimi e ulteriore spesa

LADISPOLI – E’ evidente il fallimento della campagna di comunicazione che è partita lo scorso maggio e che è stata prorogata fino al 30 giugno 2016 affidata ad una professionista assunta part time dal Comune (art.90). Da quanto emerge, chi gestisce la pagina Facebook ha pensato bene di smentire gli scarsi risultati promuovendo a pagamento i post pubblicati. Questo significa che da una decina di giorni il Comune sta pagando Facebook per aumentare la visibilità della pagina. I risultati che si stanno ottenendo nonostante l’ulteriore spesa, sono ancora più deprimenti. Ma se nella comunicazione le cose non sono fatte a dovere il rischio è che l’investimento diventi addirittura un boomerang.

Il post che si sta promuovendo sta infatti diventando la valvola di sfogo di cittadini indignati per lo stato di abbandono del monumento.

Non si sa inoltre a quale assessorato o ufficio faccia riferimento questa iniziativa. L’assessore alla Cultura, Francesca Di Girolamo, fa sapere dal canto suo che questa iniziativa non è né lanciata né seguita dal suo assessorato. Sembra inoltre difficile che questa iniziativa faccia capo al delegato al Turismo Federico Ascani. L’unico riferimento che si ha riconduce direttamente al Sindaco Paliotta. L’art. 90 sarebbe infatti assunta come personale del suo staff.

ULTIME NEWS