Pubblicato il

Renzi bacchetta i ‘‘furbetti’’ della Pa e prepara concorso per 63 mila insegnanti

«Per i furbetti del cartellino ora norme più efficaci». Lo ha detto in conferenza stampa il premier Matteo Renzi illustrando le decisioni del Cdm di mercoledì notte. «I furbetti del cartellino, chi timbra e se ne va, ho letto che c’è chi dice che le norme ci sono già. Ma oggi non è obbligatorio tutto questo, è il dirigente che sceglie. Ora è differente rispetto alle norme del passato, di cui parlano con una felice sintesi da Brunetta alla Cgil, che non sono efficace come queste». «Non c’è più una possibilità, un optional: il dirigente non licenzia? E noi licenziamo il dirigente», ha aggiunto il premier. Parlando di scuola, Renzi ha detto: «Abbiamo una buona notizia, semplice da raccontare, ardita da realizzare ma viaggiamo come treni in orario: andremo a bandire un concorso per 63712 insegnanti». «Un grande investimento sulla scuola – ha aggiunto – perché un Paese ha futuro se riparte dai grandi settori valoriali e educativi». Renzi ha spiegato ancora: «E’ simbolico che nello stesso giorno in cui approviamo le riforme si proceda con lo step numero uno verso il concorso che speriamo a settembre potrà mettere in cattedra questi insegnanti». «Le partecipate – ha detto il premier – scendono da 8mila a mille con una verifica da qui a un anno: il taglio alle partecipate inutili è reso cogente e stringente con regole certe per le nuove aziende, riduzione stipendi degli amministratori». Sul pin unico di accesso a tutti i servizi della Pubblica amministrazione, il premier ha detto: «Il Pin unico arriverà entro il 31 dicembre 2017, è una rivoluzione concettuale». Spiegando le decisioni del Cdm, Renzi ha annunciato: «Le autorità portuali diventano 15 con una sana e seria politica di coordinamento». «E’ allucinante che oggi con il raddoppio del canale di Suez ci siano dei traffici che vanno a Rotterdam facendo tre, quattro giorni di navigazione in più. Ora ci sarà qualche poltrona in meno ma efficienza in più», ha detto ancora il premier. Novità importanti arrivano anche sui fronti di sanità, polizia e politiche eruopee. (Adnkronos)

ULTIME NEWS