Pubblicato il

Ladispoli, differenziata sopra gli standard europei

Ladispoli, differenziata sopra gli standard europei

LADISPOLI – Con una programmazione iniziata due anni fa, con il sostegno finanziario e tecnico della ex Provincia e della Regione, per l’amministrazione comunale il Comune di Ladispoli ha rivoluzionato il sistema di raccolta di rifiuti superando gli standard europei sulla percentuale di differenziazione. «Siamo arrivati al 70 per cento di differenziazione – dichiara l’amministrazione – un livello superiore agli obiettivi nazionali e superiore a quasi tutti i Comuni del Lazio. Tutto questo non sarebbe stato raggiunto senza il lavoro costante, quotidiano e impegnativo dell’Ufficio Comunale di Igiene e del delegato Claudio Lupi. Hanno dimostrato grande professionalità, con una presenza quotidiana andata ben oltre il normale orario di lavoro previsto per gli Uffici Comunali».

«Senza quindi conoscere i dati reali, il lavoro svolto dall’Ufficio, le comunicazioni intercorse tra l’Ufficio e la ditta appaltatrice, alcuni consiglieri, in particolare Alessandro Grando – continua l’amministrazione – parlano di «disservizi e mancanze da parte dell’ufficio Comunale competente»e di «scarsi o nulli controlli». Ci sarebbe da ridere se non stessimo parlando di cose serie: Grando dovrebbe scusarsi per aver offeso la professionalità e l’impegno di dipendenti che, con un terzo dell’organico che sarebbe necessario, hanno fatto quello che in altri Comuni è ben lontano dall’essere raggiunto».

«Per quanto riguarda poi i “portavoce” del Movimento 5 Stelle – conclude l’amministrazione – farebbero bene ad assistere per imparare evitando di commentare, considerato che dove loro governano non sono nemmeno riusciti a cominciare la raccolta differenziata».

ULTIME NEWS