Pubblicato il

È tempo di "Arsenico e vecchi merletti"

È tempo di "Arsenico e vecchi merletti"

di ELISA CASTELLUCCI

CIVITAVECCHIA – È giusto aiutare qualcuno a congedarsi dalla vita quando vengono a mancare il sorriso, l’amore o anche solo la speranza della felicità? È giusto proteggere un fratello assassino e un fratello pazzo ad ogni costo, coprire i loro misfatti in nome del sacro vincolo famigliare? Tutte le risposte in un’unica commedia “Arsenico e Vecchi Merletti” di Joseph Kesselring.  Un’opera del 1939, che aprirà il sipario del teatro cittadino a partire da stasera alle 21, domani sempre alle 21 e domenica alle 17. La regia è di Giancarlo Marinelli e l’interpretazione di Ivana Monti, Paola Quattrini e Sergio Muniz.  Un capolavoro che è unisce il  giallo e la commedia; operetta morale e macchina comica, dove si pensa con il sorriso e si sorride con il pensiero. Scritta alla vigilia della guerra, la commedia di Joseph Kesserling è una bomba di comicità teatrale a orologeria: porte che si aprono e finestre che si chiudono, casse che si riempiono e sepolcri che si svuotano, scale da salire e scendere, di corsa o lentamente, al buio o alla luce di candela.
Tutto vi è studiato nel minimo dettaglio e minuziosamente previsto in funzione della risata, offrendo al regista e agli attori una impareggiabile occasione per realizzare uno spettacolo tanto surreale da apparire verosimile. “E’ una commedia contraddistinta da originalità e da spunti in cui si arriva a livelli altissimi di comicità dissacrante mista a cinismo e humour nero con dialoghi surreali come quelli tra le zie, il fratello matto buono, il matto psicopatico, basati su doppi sensi o logiche scaturite dall’equivoco – spiega l’attrice Monti nei panni di una delle zie insieme alla Quattrini – Le due vecchine hanno un modo tutto loro di intendere la carità: sono convinte che avvelenare anziani infelici e porre fine alla loro solitudine sia un’opera di bene. Il teatro è una presentazione della vita che può essere tragica, comica, assurda, grottesca e Arsenico denuncia con leggerezza i mali di questa società”.
 

ULTIME NEWS