Pubblicato il

Un comitato di zona per tutelare i residenti

Un comitato di zona per tutelare i residenti

Il consigliere Andrea Bianchi: «Si trovi una soluzione entro 60 giorni»

SANTA MARINELLA – Dovrebbe risolversi con l’inizio dei lavori per la condotta fognante comunale, il problema relativo all’invio di oltre 150 lettere da parte del Comune, in cui intimava ai residenti delle zone Colfiorito e Belvedere di mettersi in regola con la normativa relativa al sistema fognante. Ora le forze politiche cercano di arrivare ad una trattativa per evitare che centinaia di famiglie si vedano costrette a tirare fuori decine di migliaia di euro per realizzare un sistema di depurazione delle acque nere. Dopo una riunione preparatoria a cui avevano partecipato oltre ai rappresentanti dell’amministrazione, si è tenuto un nuovo incontro a cui hanno aderito oltre al sindaco Roberto Bacheca e al consigliere comunale di minoranza Andrea Bianchi, anche una rappresentanza di cittadini dei rioni Belvedere Colfiorito. «In quella occasione – dice Bianchi – si è deciso di costituire un Comitato di Zona per iniziare ad interloquire in modo formale con il Comune. Lo scopo è quello di produrre atti, lettere ed altro, che ci permetta di tutelare i residenti di queste zone allo stesso tempo di spingere il Comune e l’Acea Ato 2 a realizzare il collettore fognante. In quelle due zone, infatti, non esiste il collettore comunale, ed ogni abitazione ha un suo sistema di depurazione delle acque nere. Nella lettera si chiede agli abitanti dei due quartieri di trovare una soluzione al loro problema e di farlo entro 60 giorni».

Gi.Ba.

ULTIME NEWS