Pubblicato il

Ventotto milioni di euro per la differenziata

Ventotto milioni di euro per la differenziata

L’amministrazione Bacheca ha rivoluzionato il capitolato per la nuova gara d’appalto

di GIAMPIERO BALDI

SANTA MARINELLA – È stato completamente rivoluzionato il capitolato per la nuova gara di appalto per il servizio della raccolta differenziata. Ieri l’altro, nel corso della conferenza stampa indetta dal sindaco Roberto Bacheca e dal delegato competente Marco Maggi, sono state rese note le novità che riguarderanno il nuovo capitolato, a cui l’impresa che vincerà il bando, dovrà attenersi. Ci sono importanti novità rispetto all’attuale accordo per la raccolta porta a porta, tutte indirizzate verso il miglior funzionamento possibile del servizio. L’amministrazione comunale demanderà ad una società terza il controllo dell’andamento del servizio della ditta che avrà in cura la differenziata, così come ai cittadini che non rispetteranno le normative in materia. Un appalto che avrà la durata di sette anni, con un costo complessivo di 28 milioni di euro, Iva esclusa, che non dovrebbe portare ad un aumento della tassa dei rifiuti. «Abbiamo visto che con il ribasso d’asta possiamo rientrare nei parametri dell’attuale contratto – dice il sindaco – per cui dico sin da ora che il maggior costo del servizio non graverà sulle tasche dei cittadini». Vediamo allora quali sono le novità di questo nuovo capitolato che sarà esecutivo già da settembre, quando terminerà cioè il periodo di proroga che avrà la Gesam. Si, perché la maggioranza di governo ha deciso di allungare il mandato alla società di Ardea, fino a settembre, per evitare che si debba procedere al passaggio del testimone in pieno periodo estivo. Da ottobre quindi la nuova società che uscirà vincitrice dal bando di gara europeo, dovrà togliere tutte le campane per il vetro in quanto, il ritiro delle bottiglie, avverrà a domicilio, anche per coloro che abitano nei condomini. Tutti i mastelli, cioè i contenitori che la nuova ditta distribuirà, avranno un codice a barre che consentirà l’identificazione dell’utente. Non sarà più possibile utilizzare buste di plastica prelevate da grandi magazzini o dai negozi sotto casa, perché verranno consegnati sacchi di diversi colori dove depositare i rifiuti, quelli grigi per l’indifferenziato, quelli gialli per la plastica e quelli trasparenti per l’umido. Per quanto riguarda invece i rifiuti da giardino, la raccolta avverrà con contenitori carrellati forniti su richiesta dell’utente, mentre i rifiuti degli esercizi commerciali saranno ritirati improrogabilmente alle 10 del mattino, tutti i giorni. Per quanto attiene invece alla pulizia della città, lo spazzamento delle strade avverrà attraverso l’operatore ecologico di quartiere, con l’utilizzo di tre macchine spazzatrici seguite da un furgone con due operatori che, muniti di ramazza e tagliaerba, provvederanno a togliere rifiuti e erbacce. «Tutte queste operazioni – commenta Marco Maggi – saranno sotto l’occhio attento di una società incaricata al controllo del servizio, che avrà il compito di erogare sanzioni immediate alla ditta qualora non rispetti i termini del capitolato. Saranno ampliate anche le isole ecologiche della Perazzeta e realizzeremo un secondo ecocentro anche a Santa severa. Ma la novità più importante è quella che faremo tre isole ecologiche mobili, che i cittadini potranno utilizzare e che permetteranno di dare un “bonus” a chi farà la raccolta nei modi previsti. Per quel che riguarda la pulizia degli arenili pubblici, questa avverrà non meno di tre volte nel semestre invernale e quotidianamente nella stagione estiva. Verranno pulite cunette e cadatoie stradali, il fogliame, mentre verranno istituite due squadre di emergenza che in turni di sei ore dovranno intervenire in caso di chiamata entro un’ora. Piazzeremo inoltre mille nuovi contenitori gettacarte e 200 per le deiazioni canine».

ULTIME NEWS