Pubblicato il

«Nessuno deve restare indietro. L’amministrazione intervenga subito»

«Nessuno deve restare indietro. L’amministrazione intervenga subito»

Duro il Movimento Cinque stelle sull’allarme lanciato dalle associazioni Humanitas e Animo   

LADISPOLI – In questi giorni l’emergenza povertà a Ladispoli ha raggiunto livelli di guardia. Le associazioni che seguono le famiglie bisognose denunciano una situazione di piena crisi. Realtà come Animo e Humanitas hanno manifestato il loro malessere e le difficoltà quotidiane nell’operare sul territorio.

Sul tema anche il movimento 5 stelle è intervenuto.

«Abbiamo più volte evidenziato le gravi mancanze di questa Amministrazione ormai logora – ha dichiarato il M5S – In questo caso terremo da parte le polemiche, perché non è nostra intenzione speculare sul dolore della gente. Noi crediamo fermamente che nessuno debba restare indietro e per questo chiediamo alla politica di intervenire subito per arginare l’emergenza sociale».

Molte le richieste dal M5S all’amministrazione. «Chiediamo da ora All’amministrazione comunale un incontro per fornire il nostro apporto nella gestione dell’emergenza. Siamo pronti a dare il nostro contributo per programmare e attuare al più presto, al di là degli schieramenti e delle parti politiche, una serie di iniziative a sostegno delle famiglie in difficoltà.

Chiediamo l’emanazione di un’ordinanza che, visto lo stato di crisi, permetta agli esercenti di poter donare ai bisognosi prodotti freschi non più vendibili (pane, frutta e verdura) e alimenti in scadenza.

Chiediamo di stanziare con effetto immediato fondi destinati ai beni di prima necessità per le famiglie (stufe, gruppi elettrogeni per chi ha avuto il distacco della luce, medicinali).

Chiediamo di introdurre un fondo per i cittadini disoccupati che possa coinvolgerli in progetti di micro lavoro per conto dell’Amministrazione, restituendo così dignità alle persone».

E il movimento cinque stelle interviene anche sulle sedi delle associazioni.

«Chiediamo di assegnare una sede definitiva alle associazioni Humanitas e Animo per i prossimi 10 anni, garantendo il loro essenziale lavoro quotidiano»

ULTIME NEWS