Pubblicato il

Partecipate: oltre al danno anche la beffa

Partecipate: oltre al danno anche la beffa

Nessuna novità sul pagamento degli stipendi. E alle rsu è arrivata una contestazione disciplinare per la mezz'ora trascorsa al Comune il mese scorso per riuscire ad ottenere nei tempi le tredicesime. I lavoratori di Città Pulita in stato di agitazione e non si escludono nei prossimi giorni problemi nella raccolta e nello spazzamento

CIVITAVECCHIA – Cresce la tensione all’interno di Città Pulita. Lo confermano il segretario provinciale dell’Ugl Fabio Paesani ed il territoriale della Fiadel Alessandro Peris. Anche la denuncia di qualche giorno fa sul ritardo nel pagamento degli stipendi sembra infatti essere caduta nel vuoto. “Per noi non c’è una data precisa sui pagamenti – hanno sottolineato – il 27 per noi è opinabile lo stipendio. Sono mesi ormai che non prendiamo né buoni pasto, né acqua, addirittura non sono state comprate neanche le divise ai lavoratori. Continuano a prenderci in giro. Questo fine mese il Sindaco e l’assessore al Lavoro Marco Savignani avevano promesso la costituzione della Newco passando prima in consiglio comunale.Tutte bugie. L’altro mese addirittura, dirigenti e politici si sono permessi di farci la filippica, dopo che avevamo formato una delegazione per avere delucidazioni in merito allo stipendio, ci rispondevano che avevano risolto e che dovevamo tornare a lavorare e fare i seri, e inoltre una persona ci diceva testuali parole: “Anzi che vi paghiamo, certi privati prendono i soldi dopo mesi”. Vogliamo sottolineare che noi non siamo privati ma veniamo trattati allo stesso modo”. I due esponenti sindacali hanno messo in evidenza il lavoro svolto quotidianamente dai dipendenti della municipalizzata, anche senza le necessarie garanzie in termini di stipendi.  

“Siamo veramente stanchi di questo perseverare da parte di questa amministrazione, e dello stesso liquidatore – hanno aggiunto – forse questo perseverare nel non pagare regolarmente gli stipendi ai dipendenti dipenderà dal fatto che siamo sempre stati buoni e pazienti. Ma come abbiamo scritto alcuni giorni fa, la corda si sta spezzando. Ci scusiamo anticipatamente con la cittadinanza se nei giorni a venire ci saranno problemi inerenti alla raccolta e allo spazzamento. Crediamo che i nostri concittadini capiranno e ci sosterranno in eventuali lotte”.

Ma oltre al danno anche la beffa. Come raccontano proprio Paesani e Peris le rsu lo scorso mese sono andate a parlare con il Sindaco per il ritardo dei pagamenti, dietro sollecitazione dei lavoratori. “E invece di ringraziarci per il semplice fatto che cercavamo di tenere i lavoratori al loro posto – hanno aggiunto – sembra incredibile, ma stamattina ci hanno consegnato una lettera di contestazione disciplinare perchè siamo andati mezzora al Comune per far prendere le tredicesime, riuscendo nell’intento. Questi signori sono diventati veramente pericolosi”.

Il primo risultato è che i lavoratori sono in stato di agitazione.

ULTIME NEWS