Pubblicato il

Presentato un esposto in Procura

Presentato un esposto in Procura

L’amministrazione comunale non risponde alle interrogazioni di Orsomando e De Angelis. I due consiglieri: «Chiesti chiarimenti su presunti avvisi di garanzia»

CERVETERI – Un esposto alla Procura di Civitavecchia per segnalare le mancate risposte alle interrogazioni da parte del sindaco Alessio pascucci.

E’ questa la motivazione del documento sottoscritto dai consiglieri di opposizione Salvatore Orsomando (Forza Italia) e Aldo De Angelis (Partito Democratico), uniti nel segnalare un comportamento a loro dire una mancanza di rispetto dele norme.

«Abbiamo presentato all’amministrazione di Cerveteri alcune importanti interrogazioni con richiesta di risposta scritta a cui non abbiamo avuto riscontro in spregio a quanto sancisce la normativa vigente e il Regolamento Funzionamento consiglio comunale, il quale prevede che la risposta sia resa entro 30 giorni» spiega il consigliere Salvatore Orsomando.

«Non va bene affatto – continua il consigliere Orsomando – che si possa pensare di non rispondere a richieste che riguardano come e cosa è stato fatto nella gestione della ‘‘res publica’’.

E’ una mancanza di rispetto verso la Repubblica che invece un’amministrazione dovrebbe rispettare».

«Ma laddove la politica pretende di non dar conto delle proprie scelte e si muove senza la necessaria trasparenza – continua il consigliere- il ricorso alla Procura della Repubblica non solo diventa lecito, ma soprattutto doveroso».

L’esposto è stato presentato – spiega Orsomando – e valuteranno il Prefetto e il Procuratore se quanto segnalato è degno di nota oppure se non integra nessuna fattispecie di infrazione».

Intanto sempre i due consiglieri Orsomando e De Angelis hanno sottoscritto una interrogazione scritta nella quale chiedono lumi agli amministratori circa la veridicità o meno di aulcune notizie di cronaca che risporterebbero del recapito ad alcuni esponenti di avvisi di garanzia.

Nel testo dell’interrogazione, inoltre, i due consiglieri di opposizione, premettendo che «dovrebbe essere un atto dovuto, per qualunque politico, presentare le dimissioni se lo stesso viene raggiunto dagli avvisi di garanzia», chiedono all’amministrazione «se il sindaco e la sua maggioranza in carica, alla luce della presenza di questi avvisi di garanzia, se esistenti, non ritenga opportuno autosospendersi o dimettersi».

ULTIME NEWS