Pubblicato il

Mozione di sfiducia per Montino e la sua maggioranza

Mozione di sfiducia per Montino e la sua maggioranza

È bufera politica dopo gli avvisi di garanzia. L’opposizione di centrodestra punta a porre fine al mandato. Nei prossimi giorni previsti gli interrogatori per il sindaco e i consiglieri di centrosinistra

FIUMICINO – Inizieranno a partire da domani gli interrogatori presso la Capitaneria di porto di Fiumicino nei confronti del sindaco di Fiumicino Esterino Montoni e degli altri consiglieri della maggioranza di centrosinistra ai quali sono stati notificati nei giorni scorsi gli avvisi di garanzia nell’ambito dell’inchiesta coordinata dalla Procura di Civitavecchia legata alla gestione dei chioschi sulle spiagge libere delle località balneari del litorale romano: Fregene, Focene e Maccarese. Gli indagati, secondo la magistratura, avrebbero provveduto «ad una variazione sostanziale delle concessioni demaniali marittime – si legge nel documento firmato dal sostituto procuratore Delio Spagnolo – aumentando l’estensione delle suddette concessioni da 40 metri quadri a 2000, mediante il rilascio, in palese contrasto con quanto previsto dal vigente Pua del Comune di Fiumicino, di autorizzazioni demaniali suppletive», procurando così, intenzionalmente, un ingiusto vantaggio patrimoniale ai titolari delle concessioni marittime in questione. E mentre la giunta esprime «piena vicinanza al sindaco Esterino Montino e ai consiglieri della maggioranza», i gruppi di centrodestra all’opposizione hanno depositato una mozione di sfiducia. «Il proseguimento di questo mandato – dichiarano dall’opposizione – non farebbe che peggiorare le condizioni amministrative e finanziarie dell’intero Comune di Fiumicino. Ogni giorno in più di questo governo rappresenta un rischio gravissimo per la nostra città. È ora che il sindaco e la sua maggioranza si rendano conto che Fiumicino rischia di essere l’unica amministrazione d’Italia che ha più indagati che amministratori».

ULTIME NEWS