Pubblicato il

Palazzo popolare di viale America al buio per 72 ore

Palazzo popolare di viale America al buio per 72 ore

di DANILA TOZZI

LADISPOLI –  Settantadue ore senza corrente elettrica. È questo ciò che è successo ad un palazzo popolare di viale America, venuto su come molti negli anni ‘70 e ‘80, rimasto senza elettricità nelle aree comuni a causa di un presunto mancato pagamento da parte della società Ater, responsabile delle utenze di questo grosso e alto edificio realizzato con l’edilizia economica e popolare.

Il problema è che come sempre chi ne fa le spese sono gli inquilini molti dei quali affetti da disabilità e comunque in stato di indigenza.

Gli ascensori sono rimasti fermi per ore, l’elettricità all’interno del palazzone è stata sospesa e il sindaco Crescenzo Paliotta ha dovuto inviare una lettera di diffida anche al prefetto di Roma, oltre che alla stessa società perché al più presto venisse rispristinata la luce e soprattutto venissero messi nuovamente in funzione gli ascensori che sono un mezzo indispensabile per chi ha problemi di salute e non può scendere le scale perché in carrozzella.

A quanto pare sono circa le 100 famiglie che lì vivono, dibattendosi tra problemi di vario titolo.

Anche quello di restare al buio non è stata di certo una situazione piacevole. Sul caso è intervenuto anche il consigliere Gabriele Fargnoli. «Abbiamo riacceso il lume della ragione, prima ancora che una lampadina. Anche se mi chiedo come si possa pensare di far giustizia sociale, applicando alla cieca i parametri della sola contabilità».

«A volte – ha osservato il consigliere Fargnoli – la logica della prestazione contrattuale pura e semplice può fare la differenza fra la vita e la morte».

ULTIME NEWS