Pubblicato il

«Canile-gattile, un progetto al palo»

«Canile-gattile, un  progetto al palo»

Le associazioni e gli animalisti lamentano il mancato consenso all’accesso agli atti. Oggi alle 17 incontro in Comune

ALLUMIERE – «Che fine ha fatto il nuovo canile-gattile comprensoriale?». Questo l’interrogativo delle associazione ‘‘Impronte’’ e ‘‘Leal’’ «dopo il silenzio assordante dell’amministrazione comunale di Allumiere che non ha ancora fornito notizie ufficiali sull’iter burocratico riguardante la costruzione del nuovo canile/gattile intercomunale». I volontari delle associazioni comprensoriali che tanto si adoperano per gli amici a quattro zampe abbandonati, malati e quant’altro, si dicono preoccupati perchè «non solo non ci fanno sapere nulla ma evitano anche di ascoltare e di agire e non se ne capisce il motivo». Fra l’altro nei giorni scorsi le associazioni lamentano anche il fatto che hanno anche presentato e protocollato la richiesta di accesso agli atti ma è stato loro negato. I vertici delle associazioni non capiscono il motivo di questo diniego e di questo rinviare tutto: «Il terreno l’ha messo a disposizione l’Università Agraria già dal 2012, il finanziamento c’è già dal 2014 (grazie all’Enel), sono stati firmati atti e convenzioni ed è stato presentato tutto al Comune che il 31 dicembre 2014 ha dato mandato ai professionisti, quindi le domande ora, dopo tutto questo tempo, sorgono spontanee: perchè questo silenzio? A cosa si deve questo immobilismo del Comune e più specificatamente dell’Ufficio tecnico?» Intanto per oggi pomeriggio alle ore 17 è fissata una riunione con il sindaco, il responsabile dell’Ufficio Tecnico, la giunta dell’Agraria di Allumiere, le associazioni e rappresentanti del Comune di Tolfa. Gli animalisti e i soci delle associazioni coinvolte in questo progetto del canile-gattile comprensoriale sottolineano che gli animali non hanno colore politico e interessi economici, l’unica cosa che chiediamo è la trasparenza sull’iter procedurale e se esistono ritardi o intoppi e le eventuali cause». Uniti alle associazioni anche alcuni residenti di Allumiere che sottolineano: «I cani e i gatti del comprensorio hanno già pagato abbastanza, abbiamo bisogno di arrivare finalmente alla realizzazione di questo canile-gattile».

ULTIME NEWS