Pubblicato il

Wikileaks, Onu decide in favore di Assange: «Detenzione illegittima»

La commissione Onu che segue il caso avrebbe stabilito che Julian Assange è stato «detenuto arbitrariamente». 
Lo anticipa la Bbc, in attesa che la decisione venga resa nota.
Rifugiato nell’ambasciata dell’Ecuador a Londra dal giugno 2012, il fondatore di Wikileaks ha twittato che si sarebbe consegnato alla polizia britannica domani a mezzogiorno in caso di decisione contraria al suo ricorso. 
Ma se il Working Group on Arbitrary Detention dell’Onu stabilirà che la detenzione è stata illegittima, aveva aggiunto, «mi aspetto l’immediata restituzione del passaporto e la cessazione di ogni ulteriore tentativo di arrestarmi». 
La polizia metropolitana di Londra, riferisce la Bbc, ha fatto sapere che fermerà comunque Assange se uscirà dall’ambasciata dell’Ecuador.

ULTIME NEWS