Pubblicato il

Lievita l’appalto per la differenziata

Lievita l’appalto per la differenziata

Emergono i conteggi di fine anno del settore ambiente ed igiene urbana integrata del Comune di Ladispoli. Approvate integrazioni al contratto iniziale per un importo pari a 1,8 milioni

LADISPOLI – L’appalto per la raccolta differenziata a Ladispoli lievita. E’ quanto emerge dai conteggi di fine anno svolti dal settore 5 Ambiente ed igiene urbana integrata.

Si scopre infatti che dal maggio del 2015 la giunta comunale ha approvato delle integrazioni al contratto d’appalto con la ditta Massimi per un importo che sfiora gli 1,8 milioni di euro al fine di ottenere servizi aggiuntivi rispetto al capitolato di aggiudicazione della gara.

Tale cifra andrà a ripianare interventi per ulteriori passaggi di raccolta nella zona Case Sparse, che nel capitolato iniziale veniva quasi lasciata a se stessa con ritiri ad una frequenza molto bassa. Tra i nuovi servizi anche la pulizia degli arenili.

Ma non sarebbero questi gli unici incrementi di spesa per il servizio igiene urbana. E’ risultato infatti che a luglio 2015 erano già terminate le ore di servizio extra per la raccolta di discariche abusive sul territorio. Furono quindi stanziati circa 30.000 euro per il servizio dal luglio a dicembre, importo che si presuppone sarà necessario anche nei prossimi anni.

Questo aumento potrebbe però non avere un impatto immediato sulla Tari. Dal prossimo anno infatti si dovrebbe iniziare a trarre un beneficio sulla parte variabile dell’imposta, quella legata alle quantità di rifiuto umido ed indifferenziato che viene prodotto. Si spera quindi che la riduzione della parte variabile vada a compensare l’aumento della quota fissa.

Nel frattempo si attende il lavoro della commissione igiene presieduta dal consigliere Giovanni Crimaldi che dovrebbe fornire agli uffici un quadro su cui valutare l’operato della ditta appaltatrice riguardo all’attuazione del capitolato sul servizio di raccolta differenziata e di pulizia della città.

ULTIME NEWS