Pubblicato il

Canile-gattile: progetti sul tavolo della Regione

Canile-gattile: progetti sul tavolo della Regione

ALLUMIERE. Dopo la riunione di giovedì, il sindaco Augusto Battilocchio molto soddisfatto. «Importanti passi in avanti verso la realizzazione dell’opera»

ALLUMIERE – «Passi importanti in avanti per il canile comprensoriale». Queste le parole del sindaco di Allumiere, Augusto Battilocchio, al termine dell’incontro che si è tenuto govedì sera nel palazzo comunale, incontro voluto fortemente dal’associazione Impronte. Nel mese di dicembre, infatti, l’associazione Impronte aveva chiesto notizie all’amministrazione comunale e quindi il sindaco ha convocato la riunione. All’incontro in aula consiliare per l’amministrazione comunale erano presenti oltre al sindaco Battilocchio e al responsabile dell’Uffcio Tecnico Enrico Novello anche gli assessori Pietro Vernace e Angelo Superchi; per l’Agraria il presidente Antonio Pasquini, il vice presidente e medico vetrinario Angela Mellini e l’assessore Alessandro Papa; per l’associazione. Impronte, la presidente Daniela Burocchi e gli altri responsabili Tiziana Franceschini, Marina Verbo e Claudia Bonafede. L’architetto Novello ha comunicato che, a seguito della presentazione dei progetti redatti dai tecnici incaricati (geologo, geometra, architetto, ingegnere, RUP e forestale), tutti gli elaborati con le varie richieste di nulla osta per i vincoli presenti sul terreno, sono stati inoltrati già da tempo presso gli uffici regionali preposti e ora si è in attesa di risposta. Nei prossimi giorni, lo stesso architetto Novello si recherà presso gli uffici regionali per seguire direttamente l’iter per evitare ulteriori tempi lunghi. La seduta si è poi sciolta fissando il prossimo appuntamento fra tre settimane per ulteriori notizie. Quindi, sembra oramai vedersi in fondo al tunnel dell’iter burocratico una luce di speranza per questi nostri amici a quattro zampe. L’iter è stato iniziato dall’Università Agraria di Allumiere 4 anni fa, quando la giunta Pasquini mise a disposizione il terreno con atto regionale settore usi civici che autorizzava il mutamento; l’Ente ottenne poi il contributo Enel per affrontare tutte le spese di progettazione e quelle amministrative. Dopodiché il Comune di Allumiere, in qualità di capofila dei comuni coinvolti insieme a Civitavecchia e Tolfa, ha affrontato il problema urbanistico e ora finalmente siamo agli ultimi atti che permetteranno la definitiva realizzazione. In tutto questo è rilevante l’atto nobile delle amministrazioni di Allumiere che hanno messo a disposzione terreno e attività tecnico amministrativa in maniera gratuita per risolvere un problema sociale comprensoriale come il randagismo. (Rom. Mos.)

ULTIME NEWS