Pubblicato il

Monti: "Contro di me solo fango"

Monti: "Contro di me solo fango"

Il commissario straordinario dell'Autorità Portuale ha ringraziato il ministro Delrio per la fiducia rinnovata, nonostante le pressioni 

CIVITAVECCHIA – Ha voluto ringraziare il ministro Graziano Delrio per la fiducia rinnovata, nonostante le forti pressioni, ed il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti per il sostegno mostrato. Il commissario straordinario dell’Autorità Portuale Pasqualino Monti si è presentato alla stampa ancora più determinato e deciso a proseguire sulla strada tracciata in questi anni. Perché i 12 giorni intercorsi tra la scadenza del mandato e l’ok del Ministro al Monti bis hanno lasciato il campo a polemiche e ‘‘fesserie’’, come le ha definite il commissario.

«C’è da ricordare che il giorno prima della scadenza del mio mandato – ha ricordato – è stato notificato un esposto sulla mia presunta incompatibilità con la carica di commissario, con tanto di diffida al Ministro a procedere alla mia nomina. E così si è proceduto ad accertamenti e rilievi del caso; e venerdì è arrivato anche il parere dell’Avvocatura di Stato che ha affermato con chiarezza come siano assenti i presupposti per la presunta incompatibilità denunciata. Non mi stupisco: in un anno e mezzo sono stati presentati circa 25 esposti contro l’ente». Monti ha quindi parlato di una macchina del fango contro di lui, anche ben organizzata, di ‘‘violenza inaudita’’, di attacchi personali e minacce. «Avevamo pensato di mollare tutto, insieme al Segretario Generale – ha aggiunto Monti – ma non è questa la risposta che dovevamo dare e non spetta a noi questa responsabilità. Abbiamo continuato a lavorare a testa bassa, e continueremo a farlo; con la consapevolezza dello straordinario lavoro finora fatto». E sono i risultati, a detta del commissario, a parlare chiaro. «Risultati e numeri indiscutibili – ha aggiunto – è stata messa in campo una macchina del fango per minare la credibilità di chi lavora e garantisce risultati. C’è chi manovra e paga, chi scrive e chi firma esposti. Ma a breve ne sentiremo delle belle, siamo arrivati alla fine di questa storia. Capisco che il piatto è ricco e fa gola: noi continueremo con impegno e dedizione. D’altronde i risultati raggiunti hanno fatto sì che Civitavecchia diventasse un’Autorità di Sistema, al pari degli altri 14 porti core».

Monti lancia quindi le nuove sfide: la prima quella della realizzazione della darsena energetico Grandi Masse. «Al di là della battaglia sacrosanta per la poltrona da presidente – ha concluso – mi auguro che la politica non metta in campo azioni per bloccare questo importante investimento che, una volta realizzato, risolverà i problemi occupazionali in città».

ULTIME NEWS