Pubblicato il

Cara, il comitato Punton dei Rocchi scrive al Sindaco per fargli cambiare idea

Cara, il comitato Punton dei Rocchi scrive al Sindaco per fargli cambiare idea

CIVITAVECCHIA – Il comitato Punton dei Rocchi scrive una lettera aperta ad Antonio Cozzolino chiedendogli di cambiare idea sul Cara. Venerdì verrà portata in consiglio comunale la delibera per dare il via ai lavori: «Caro Sindaco – scrivono – dopo aver letto le tue dichiarazioni in merito alla riunione che hai avuto con le autorità preposte al progetto del Cara che hanno deciso di costruire in questa città, ci sono venute una serie di riflessioni ed interrogativi. Come mai ad appena una settimana dal tuo insediamento, il prefetto Gabrielli si è presentato a Civitavecchia dove ha preteso ed ottenuto che gli immigrati vengano alloggiati nella caserma dismessa De Carolis?». I cittadini si domandano inoltre come mai soltanto ora ci si accorga che la caserma è un bene importante e vengano trovati 5 milioni per la ristrutturazione e continuano: «Perché con tutta l’emergenza che c’è per sistemare gli immigrati, i lavori si effettuano in tutta calma?». Il Comitato si domanda inoltre se ci sia qualcuno a guadagnarci: «Poiché – insinuano – è alquanto evidente che da tale operazione i cittadini hanno tutto da rimettere. Ciò che accadrà a Civitavecchia non ha niente a che fare con l’accoglienza ma si creerà solo una servitù fastidiosa – aggiungono – ci dicono da anni che gli stranieri sono risorse. I recenti scandali hanno dimostrato che ciò era vero solo per il malaffare. Infine  – concludono – caro Sindaco, se sei così convinto che gli immigrati siano una risorsa, umana ed economica, perché li nascondi relegandoli in una lontana periferia?». Il Comitato invita il Primo cittadino a cambiare idea sul Cara.

ULTIME NEWS