Pubblicato il

Istituto comprensivo di Montalto: si amplia l’offerta formativa

Istituto comprensivo di Montalto: si amplia l’offerta formativa

Al via, grazie al sostegno finanziario del Comune, i progetti con il supporto di esperti esterni. Nelle scuole primarie, gli alunni delle classi quinte hanno inaugurato la nuova stagione

MONTALTO – Anche per quest’anno scolastico, grazie al supporto finanziario da parte dell’amministrazione comunale, è possibile, in tutte le scuole dell’istituto comprensivo statale di Montalto, procedere all’avvio dei progetti con esperti esterni.

Tali progetti, scelti dagli insegnanti ed inseriti nel POF 2015/16, sono finalizzati all’ampliamento dell’offerta formativa promossa dal collegio dei docenti per ogni segmento scolastico.

Nelle scuole primarie, i primi ad inaugurare la nuova ed attesa «stagione», sono stati gli alunni delle classi quinte di Montalto di Castro e Pescia Romana con l’avvio del progetto di preparazione ai primi esami Young Learners Starters di Cambridge.

L’intervento dell’esperta esterna, Giselle Pons, madrelingua e con specifica competenza in materia, si propone di ampliare il lessico di base, accrescere l’autostima e la maturazione negli alunni, permettendo loro di affrontare con una più adeguata preparazione, prove impegnative quali il produrre, l’ascolto, il conversare in lingua inglese.

Nel corso degli anni, la signora Giselle si è confermata una preziosa collaboratrice, tenuto conto dei risultati finali che sono sempre stati molto soddisfacenti».

«Riteniamo – affermsano dall’istituto – che questo progetto possa rappresentare, per i nostri ragazzi un’opportunità di crescita e sviluppo di quelle competenze indispensabili che li aiuterà a diventare veri ‘‘cittadini del mondo’’».

Le classi seconde sezioni A/B/C di Montalto di Castro, invece, hanno già avuto il primo incontro con la professoressa Veronica Caciotti che li condurrà ‘‘Alla scoperta della città della musica’’.

Il progetto è un percorso didattico di base che si propone di fornire ai bambini strumenti di conoscenza diversi in ambito musicale attraverso giochi, ascolto, apprendimento di canzoni, utilizzo di semplici strumenti musicali.

L’approccio ludico alle attività agevolerà ulteriormente l’integrazione degli alunni diversamente abili e renderà più piacevole il percorso dei provetti musicisti.

«Dopo una prima fase dell’anno scolastico dedicata al consolidamento e allo sviluppo delle competenze previste nel Pof – afferma il dirigente scolastico Grazia Olimpieri – e il momento di avviare attività di ampliamento, ossia arricchimento del curricolo attraverso progetti realizzati da esperti qualificati, scelti dai docenti stessi e finanziati dall’amministrazione comunale. Sono progetti di grande valore, perché individuati in relazione alle specificità di ogni ordine di scuola, ai bisogni formativi degli alunni, alle scelte progettuali dei docenti, nell’ottica di garantire un’offerta formativa qualificata ai tutti i nostri alunni».

ULTIME NEWS