Pubblicato il

San Valentino, tra cuori e cultura

CIVITAVECCHIA – San Valentino è ormai alle porte. Manca poco al giorno dedicato agli innamorati, che cercheranno di stupire il proprio partner tra cioccolatini ed orsacchiotti di peluche.
Chi è fortunato in amore e vuole orientarsi sul classico, regalando dolci e coccole, rimarrà sulle tradizioni che questa ricorrenza consiglia da anni, ma perché non offrire qualcosa di diverso per questa volta? Sono molte le iniziative prese ad esempio da tutto il mondo: le  agenzie di viaggi propongono offerte per le coppie, i ristoranti preparano menù romantici, i palcoscenici si riempono di artisti a disposizione del pubblico innamorato e quant’altro. Ma per chi ha voglia di passare un 14 febbraio tra la cultura che anche il comprensorio offre avrà l’occasione di fare passeggiate nelle aree archeologiche del territorio usufruendo di sconti.
Dopo il buon esito dello scorso anno, la Pro Loco di Civitavecchia propone nuovamente l’iniziativa ‘‘Due cuori e un biglietto’’ per la celebrazione di San Valentino. Durante tutta la settimana e  fino a domenica, le coppie interessate potranno visitare l’area archeologica delle Terme Taurine della città pagando un solo biglietto per due persone. Una vera occasione se si pensa che uno dei migliori luoghi di svago rimasti della civiltà romana e visitabile nella nostra zona sarà accessibile a metà prezzo. L’antico complesso termale, ad un passo dal centro abitato, permette ai visitatori un vero e proprio tuffo nel passato, immersi in un’atmosfera magica. Sconti per le coppie innamorate  anche a Tarquinia.
L’associazione Artetruria promuoverà infatti una visita guidata agli innamorati nella necropoli tarquiniese, sito dichiarato patrimonio dell’Unesco. Per le coppie uno sconto del 30% sul costo dell’intera visita. Bisognerà essere automuniti per partecipare. L’appuntamento è alle 11 di domenica di fronte l’ingresso della necropoli Monterozzi.
Le guide dell’associazione accompagneranno i visitatori alle tombe delle Pantere, del Barone, dei Tori, degli Auguri e Aninas all’interno dei complessi di Secondi Archi e Scataglini. Sarà un viaggio indietro nel tempo guidato dettagliatamente dal racconto dei ciceroni che faranno conoscere usi e costumi del popolo etrsuco che non ci ha lasciato altro se non la sua splendida arte figurativa.

ULTIME NEWS