Pubblicato il

Banche, approvata dal Consiglio dei Ministri la riforma delle Bcc

Banche, approvata dal Consiglio dei Ministri la riforma delle Bcc

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il 10 febbraio scorso un decreto-legge contenente “misure urgenti per la riforma delle Banche di Credito Cooperativo (BCC) e altre disposizioni urgenti per il settore del credito”. Il provvedimento concerne essenzialmente il recepimento nella legislazione dell’accordo raggiunto con la Commissione Europea sullo schema di garanzia per agevolare le banche nello smobilizzo dei crediti in sofferenza. 
“La riforma delle BCC – precisa la nota – consentirà  di superare le criticità che presenta la vigente disciplina del settore: debolezze strutturali derivanti dal modello di attività, particolarmente esposto all’andamento dell’economia del territorio di riferimento, ed anche dagli assetti organizzativi e dalla dimensione ridotta. Allo stesso tempo viene confermato il valore del modello cooperativo per il settore bancario e rimane il principio del voto capitario in base al quale ogni socio è titolare di un singolo voto indipendentemente dal numero delle azioni possedute o rappresentate”.
Tra le varie misure segnaliamo, in particolare, quella che, per favorire il recupero dei crediti, agevola la vendita di immobili in esito a procedure esecutive, prevedendo una netta riduzione dell’imposta di registro che deve essere versata nella misura fissa di 200 euro (anziché del 9% per valore di assegnazione). L’agevolazione è fruibile a condizione che l’immobile sia rivenduto nei due anni successivi. Fonte: www.governo.it

ULTIME NEWS