Pubblicato il

Ok ai comitati di quartiere e bus scolastico

Ok ai comitati di quartiere e bus scolastico

Tra i temi discussi  anche il piano di risanamento della qualità dell’aria sulle emissioni delle navi. Sull’interpellanza  del bando di gara per la ricerca di advisor non convince la risposta del Sindaco. Il Vicesindaco sul regolamento: "Un passaggio importante per la partecipazione". E dal Pd, Piendibene: "Sinora una politica davvero poco credibile e responsabile"

CIVITAVECCHIA – Si al regolamento per il funzionamento dei comitati di quartiere, al trasporto scolastico e poi ad un piano di risanamento della qualità dell’aria per le emissioni prodotte dalle navi.  Viene invertito l’ordine del giorno e inzia  così il consiglio comunale di ieri pomeriggio all’aula Pucci. Brevi picchi di tensione sin dalla prima votazione,  per la proposta di anticipare la discussione sull’allegato C. Il compito di rompere gli indugi, dopo qualche botta e risposta, tra minoranza e maggioranza, è affidato alla vicesindaco Daniela Lucernoni, che illustra la proposta dei comitati di quartiere. «Un momento importante, andiamo ad inserire il primo regolamento con tanto di organigramma, un segno tangibile dell’attenzione sin dalla campagna elettorale, ai temi della cittadinanza attiva». Un sistema di aggregazione e partecipazione ripartito in 16 quartieri, quelli individuati dalla Giunta.

«L’obiettivo principale – continua la Lucernoni- è la promozione della partecipazione senza le ingerenze della politica». Dubbi dalle fila dell’opposizione, sempre rispetto alle modalità di presentazione, ma poi l’approvazione con 14 voti favoreli, due contrari e due astenuti. Si prosegue all’unanimità con il regolamento per il servizio scolastico con la delibera 132, fissati i criteri e le modalità d’iscrizione alla domanda e tutte le agevolazioni previste per le categorie svantaggiate. Poi la discussione sulla richiesta ‘‘di inserimento  di ulteriori misure e interventi per limitare le emissioni prodotte dalle navi all’ormeggio’’, presentata dal consigliere di maggioranza Menditto e si riapre il dibattito, senza i voti del Pd, che lascia i banchi al momento dell’alzata di mani. Spetterà ora alla Regione il compito di inserire l’argomento in uno dei prossimi consigli ma i tempi non saranno brevi. «Siete poco responsabili e poco credibili in materia di politiche ambientali- afferma il Dem Piendibene – soprattutto quando ci chiedete poi collaborazione su un tema del genere, questa è una delibera inutile». Grasso de ‘‘La Svolta’’  aggiunge: «L’intenzione è condivisibile, ma rimaniamo perplessi sull’utilità dell’atto, che per una serie di motivi, appare simbolico e poco vincolante». Dal consigliere del Pd Stella, poi la richiesta di un’interrogazione urgente sulla sentenza della Total Erg, in base alla quale verrebbero annullati i decreti del presidente dell’Autorità portuale.  
Ma l’uscita definitiva di scena della minoranza c’è dopo la richiesta da parte del consigliere Piendibene di un’interpellanza sul bando di gara  per la ricera di advisor e le conclusioni del Sindaco: «Accusarci di incoerenza è imabarazzante dopo tutti e gli evidenti risultati raggiunti». (El.Cas)

ULTIME NEWS