Pubblicato il

Ripa maiale: c’è il vademecum

Ripa maiale: c’è il vademecum

Installato un pannello informativo per una corretta fruizione. Regolamentato l’utilizzo delle pareti per l’arrampicata

di ROMINA MOSCONI

 

ALLUMIERE – «Ripa Maiale: finalmente un pannello informativo per una corretta fruizione». A darne l’annuncio Alessia Colle, delegata ‘‘Lipu Birdlife Italia’’ della sezione Civitavecchia-Monti della Tolfa. La Lipu, quindi, ha annunciato che finalmente è stato installato un pannello informativo per raccontare a tutti i visitatori, saltuari o assidui, e a chiunque voglia dedicare qualche minuto per conoscere la natura che ci circonda.

«Ripa Maiale – prosegue la delegata Lipu zonale, Colle – è un sito importantissimo dal punto di vista naturalistico: la presenza di un pannello informativo era auspicabile già anni fa, quando la parete cominciò ad essere meta di arrampicatori sportivi. Grazie alla sensibilità del Club Alpino Italiano (CAI) è stata attivata una procedura tecnico-amministrativa che ha coinvolto la Regione Lazio (Area Sistemi Naturali) per armonizzare le attività di arrampicata sportiva con le esigenze di tutela dell’avifauna e creare una regolamentazione sull’utilizzo delle pareti. Col protocollo 1884 del 5 gennaio 2015 la Regione Lazio ha decretato che l’arrampicata sportiva è consentita dal primo giugno al 31 gennaio, mentre dal primo febbraio al 31 maggio è interdetto l’accesso alla parete e nelle sue vicinanze. In seguito a questo parere, su proposta dei naturalisti che hanno a cuore il futuro di Ripa Maiale, i proprietari del terreno, i responsabili della Regione Lazio, i delegati LIPU di Civitavecchia e di Trevignano Romano, il CAI Roma e le associazioni sportive si sono ritrovati allo stesso tavolo per cercare una soluzione comune, o meglio, una strada da seguire insieme. La speranza è che quelle specie di uccelli, soprattutto rapaci, che hanno necessariamente bisogno di una parete rocciosa per nidificare e che subiscono molto il disturbo delle attività umane possano, in questi quattro mesi, trovare quella tranquillità necessaria per formare una coppia e, lo speriamo, nidificare». Da rilevare che la realizzazione del disegno, i testi e la traduzione in inglese sono opera di professionisti a titolo di volontariato; il CAI di Roma, l’associazione Rambla Vertical e le sezioni Lipu di Civitavecchia e Trevignano Romano hanno contribuito a reperire i fondi per la stampa e per la realizzazione del capannino di legno. Altri volontari si sono impegnati nel montaggio e messa in opera, assieme ai proprietari, ossia i signori Stendardi: “Noi della Lipu e gli altri che hanno collaborato ringraziamo gli Stedardi. Ciò che è stato fatto è un passo importante per sensibilizzare il pubblico – concludono dalla Lipu – i nostri volontari stanno effettuando i monitoraggi sui rapaci che potrebbero occupare le pareti di Ripa Maiale e ricordano a tutti coloro che si avvicinano che ci troviamo in periodo di divieto e va mantenuta la distanza di non disturbo. Invitiamo chiunque voglia essere aggiornato sui nostri progetti e a chiunque voglia sostenerci, iscriversi o partecipare a passeggiate naturalistiche di inviare un’email alla sezione di Civitavecchia-Monti della Tolfa all’indirizzo [email protected]”.

ULTIME NEWS