Pubblicato il

«Abusi sul litorale, serve legalità»

«Abusi sul litorale, serve legalità»

Appello del Movimento Cinque Stelle all’amministrazione comunale di Ladispoli. Tra le richieste anche la salvaguardia dei posti di lavoro

LADISPOLI – Il Movimento Cinque Stelle chiede maggiore legalità e salvaguardia per i posti di lavoro, e lo fa attraverso un duro comunicato indirizzato all’amministrazione comunale di Ladispoli. I pentastellati ricordano come il movimento nel gennaio 2015 presentò un esposto alla Procura della Repubblica, denunciando l’abusivismo pluridecennale sul litorale di via Roma «Questo perché le strutture e gli interventi realizzati in tali aree (sottoposte a vincolo paesaggistico) risultano eseguiti in violazione delle normative comunali, provinciali e regionali, in altre parole sono abusivi. Le indagini condotte dalla GdF e i sopralluoghi dei funzionari Asl hanno, per altro, riscontrato gravissime irregolarità igienico sanitarie, scarichi fognari non allacciati alla rete comunale, strutture fatiscenti, impianti non a norma, assenza di impianti antincendio, ecc. Tutto ciò accadeva su terreni posti in prossimità di aree protette a livello comunitario, quali la palude e il posidonieto di Torre Flavia». «Per capire a fondo la questione – continua il M5S – bisogna evidenziare che, tra i proprietari delle attività abusive su via Roma, ci sono notissimi politici ed ex politici ladispolani. Tutto, insomma, sembrerebbe in linea con i soliti meccanismi di potere locali». «Il Movimento 5 Stelle nasce anche dalla forte necessità di garantire la legalità. Ciò che in politica dovrebbe essere la normalità ma che, di fatto, non lo è – conclude il movimento – E’ questa la strada da seguire. I politici che invece continuano a mettere la testa sotto la sabbia sono in malafede o “semplicemente” incapaci di pensare a soluzioni nuove per problemi spesso causati dalla politica “vecchio stampo”».

ULTIME NEWS