Pubblicato il

Alluvionati, dopo il danno la beffa di dover pagare «al posto della Regione»

Alluvionati, dopo il danno la beffa di dover pagare «al posto della Regione»

Tarquinia. L’Agenzia delle Entrate chiede i soldi al Comitato Marina Velka senza fango

TARQUINIA – Gli alluvionati ancora alle prese con i soldi per il risarcimento danni mai arrivati. Anzi, stavolta, dopo il danno, si ritrovano di fronte all’ennesima beffa di dover pagare denaro, a loro richiesto dall’Agenzia delle Entrate. «La Regione Lazio – spiega il presidente del Comitato ‘‘Marina Velka senza fango’’ Elena Maria Scopelliti – è stata condannata, in ben due gradi di giudizio, a pagare noi cittadini alluvionati di Marina Velka e Tarquinia Lido per i gravi danni a noi arrecati dalla noncuranza del territorio e dal conseguente straripamento del fiume Marta nel 2005. Abbiamo vinto la causa, l’appello della Regione è stato rigettato e siamo riusciti a recuperare circa mille euro a testa grazie ad un pignoramento. Questa cifra è meno di un trentesimo di quanto sancito dal giudice. Pochi giorni fa mi è arrivato un avviso di pagamento da parte dell’Agenzia delle Entrate che poco cordialmente mi invitava a versare 2.500 euro per la registrazione del decreto di assegnazione delle somme nell’ambito del pignoramento, che spetterebbero al debitore e non al creditore. E oggi mi sono arrivate altre 194 euro da pagare per la registrazione della sentenza di appello, che spetterebbero a chi ha intentato l’appello e lo ha perso e non a chi lo ha vinto». «Siamo più di 100 a fare causa – dice la Scopelliti – e le richieste sono arrivate solo a me. È perché sono la presidente del Comitato Marina Velka senza fango e ho osato chiedere il rispetto dei diritti dei cittadini alluvionati? O sono particolarmente sfortunata? Perché l’Agenzia delle Entrate non chiede questi soldi alla Regione Lazio, che è stata condannata ed è debitrice nei nostri confronti? Di solito, gli unici casi in cui a pagare è chi vince, invece di chi perde, sono quelli in cui quest’ultimo è irrintracciabile. Possibile che l’Agenzia delle Entrate non sappia dove sia la Regione Lazio? Vorrei, quindi, pubblicamente, informare l’Agenzia delle Entrate che può trovare la Regione Lazio a Roma, in via Rosa Raimondi Garibaldi 7. È un grande edificio, con su scritto a lettere cubitali “Regione Lazio”, non dovrebbe essere difficile da vedere». (a.r.)

ULTIME NEWS