Pubblicato il

Moscherini: "Porti, il progetto parte da Civitavecchia"

Moscherini: "Porti, il progetto parte da Civitavecchia"

CIVITAVECCHIA – “Una scommessa che mi piace e che affronto con grande serenità, piacere e voglia di dare un contributo importante al Paese”. Il neo responsabile nazionale della portualità e dell’economia del mare Giovanni Moscherini ha commentato con entusiasmo la nomina arrivata dal presidente di Forza Italia Silvio Berlusconi, d’intesa con il responsabile dei dipartimenti Francesco Giro. “La riforma presentata? – ha spiegato Moscherini – una riformetta. Il quadro delle nuove autorità portuali è un miscuglio peggio di prima”. Una bocciatura su tutti i fronti, quindi, con l’ex presidente di Molo Vespucci che vuole ripartire da una sua idea del 2005 per presentare una proposta “per far diventare il mare – ha aggiunto – una forza coordinata di sviluppo ed occupazione. È impensabile che ad oggi l’Italia, con la sua posizione strategica, non sia la piastra logistica dell’Europa”. Qualche stoccata non poteva non lanciare all’attuale vertice di Molo Vespucci.

“Il porto è mio figlio – ha sottolineato – e partirà proprio da Civitavecchia il mio lavoro. La mia comunque non è una nomina contro qualcuno”.  E lo ha ribadito anche l’onorevole Francesco Giro; tra i due, dopo anni di tensioni, è ritornato il sereno, con il responsabile dei dipartimenti di Forza Italia che ha spinto per questa nomina, “per fare qualcosa di buono e di positivo. Vogliamo premiare – ha sottolineato – la tenacia, la costanza e la coerenza di Moscherini. Questa città ha dato tanto e noi e noi vogliamo dare altrettanto a Civitavecchia”. Presenti alla conferenza stampa anche il capogruppo regionale di Forza Italia Antonello Aurigemma ed il coordinatore locale Roberto D’Ottavio.     

ULTIME NEWS