Pubblicato il

Rapina al Tuodì di Anguillara: tre arresti

Volto coperto e pistola finta in pugno si sono fatti consegnare l’incasso. I Carabinieri li hanno presi dopo poche ore a seguito di una perquisizione domiciliare. I militari dell’Arma hanno anche fermato  alcuni giovani sorpresi con diverse dosi di stupefacenti

Volto coperto e pistola finta in pugno si sono fatti consegnare l’incasso. I Carabinieri li hanno presi dopo poche ore a seguito di una perquisizione domiciliare. I militari dell’Arma hanno anche fermato  alcuni giovani sorpresi con diverse dosi di stupefacenti

ANGUILLARA – Sono entrati in due al Tuodì venerdì sera, poco prima della chiusura e a volto coperto e pistola in pugno si sono fatti consegnare 1200euro in contanti. Poi sono fuggiti a bordo di un’auto guidata da un terzo complice e hanno fatto perdere le loro tracce.  Ma proprio la macchina utilizzata per mettere a segno la rapina ad Anguillara ha giocato un brutto scherzo ai malviventi: i Carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di Bracciano infatti, in collaborazione con i militari della stazione di Anguillara, sono subito riusciti ad intercettare il veicolo, disponendo una serie di perquisizioni domiciliari nella periferia sud di Roma, a carico di alcuni soggetti già conosciuti da tempo. Nelle fasi di verifica, i Carabinieri hanno trovato sia il bottino, sia gli abiti indossati dai rapinatori, sia l’arma, che si è rivelata poi un giocattolo. Con l’accusa di rapina aggravata in concorso sono così finiti in carcere tre giovani romani, due pregiudicati di 32 e 24 anni e un incensurato 24enne. I militari dell’Arma hanno anche operato a Canale Monterano, eseguendo una serie di controlli finalizzati a contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti. Sabato notte, durante le verifiche effettuate, hanno tratto in arresto tre giovani del posto, sorpresi con diverse dosi di cocaina, hashish e marihuana. Sequestrati anche dei bilancini di precisione, delle pistole giocattolo e duecento euro in contanti.

ULTIME NEWS