Pubblicato il

La pulizia dei siti archeologici, l’amore per il proprio territorio

La pulizia dei siti archeologici, l’amore per il proprio territorio

Nuova generazione etrusca ogni settimana si dedica alla bonifica di luoghi di interesse di Cerveteri. Nico Stella: «E’ un grande impegno ma lo facciamo con passione»

CERVETERI – Si chiama ‘‘Nuova generazione etrusca’’ e sta restituendo al territorio di Cerveteri degli spazi trascurati negli anni.

Si tratta di un’associazione di volontari coadiuvati e coordinati dalla soprintendenza dell’Etruria Meridionale e dall’assessorato al turismo del Comune di Cerveteri. Gli iscritti sono circa 750 persone e ogni settimana circa 30 di loro si dedicano a pulire e bonificare le necropoli e le zone che necessitano di essere bonificate. Al momento i volontari si stanno occupando di bonificare il sito archeologico delle greppe di Sant’Angelo.

«E’ un grande impegno – spiega Nico Stella – ma lo facciamo con grande passione. Senza la passione non riusciremmo a fare tutto questo lavoro. Siamo nati a Cerveteri e amiamo il nostro patrimonio e tutto quello che ha da offrire. Per questo in mezzo alla settimana e poi nei week end ci dedichiamo alla pulizia dei siti archeologici della nostra città». «Tra di noi – spiega Stella – ci sono appassionati di archeologia e di cultura, arte ma soprattutto amanti della nostra terra».

Nico Stella spiega inoltre che il loro obiettivo non è solo rimettere a nuovo i siti archeologici, ovviamente in forma volontaria senza alcuna forma di lucro, ma nei prossimi mesi ‘‘Nuova generazione etrusca’’ si dedicherà anche al decoro urbano con pulizia di spiagge e fondali marini.

ULTIME NEWS