Pubblicato il

"Dal nulla sorgemmo": un tuffo nella storia con gli Arditi del popolo

"Dal nulla sorgemmo": un tuffo nella storia con gli Arditi del popolo

CIVITAVECCHIA – Sarà presentato questo pomeriggio, a partire dalle 18, il libro di Valerio Gentili “Dal nulla sorgemmo – La legione romana degli Arditi del Popolo”. Il libro ripercorre cronologicamente e con dovizia di particolari, fedelmente alle testimonianze della stampa dell’epoca e fonti verificate, tutto l’insorgere del fascismo e la dura lotta che portò alla capitolazione definitiva del 28 ottobre 1922, quando Civitavecchia fu tra gli ultimi centri a cadere. L’autore presenterà il suo libro al Caffè del Corso, nel corso di una apericena culturale organizzata dall’associazione Arditi del Popolo, «gruppo culturale – hanno spiegato – che intende difendere dal revisionismo la memoria storica locale e l’orgoglio del ruolo democratico che ebbe il movimento operaio, riappropriandosi della sua simbologia e della sua cultura, nel rispetto del sangue versato come tributo all’amor di Patria e alla libertà. Gli Arditi ebbero a Civitavecchia un importantissimo battaglione che contava circa 600 unità, composto per lo più da operai portuali, ferrovieri e cementieri. La sezione civitavecchiese, resa celebre dalla bandiera raffigurante un’ascia che taglia in due il fascio littorio, fu fondata il 17 luglio del 1921. In piena marcia su Roma questi “proto-partigiani” si fregiarono di un particolare eroismo opponendosi a migliaia di fascisti, alla cui testa si posero la polizia ed il comandante della Scuola di guerra, che marciarono armati eingaggiarono violenti scontri a fuoco con i ferrovieri ed i portuali civitavecchiesi, tutti iscritti orgogliosamente agli Arditi del Popolo».

ULTIME NEWS