Pubblicato il

Riqualificazione del litorale, abusivismo verso la soluzione

Riqualificazione del litorale, abusivismo verso la soluzione

Ladispoli, il consiglio comunale corre ai ripari

LADISPOLI – Il consiglio comunale durante la seduta di giovedì sera ha approvato all’unanimità dei presenti una delibera avente ad oggetto “Adempimenti ai sensi della L.R. n. 14/2011- Atto di indirizzo per la riqualificazione del litorale di Ladispoli”. Con tale atto il Comune va ad attuare la L.R. 13 Agosto 2011, n. 14 “disciplina delle strutture turistiche ricettive all’aria aperta”, nel quadro di una programmazione complessiva della riqualificazione del litorale e delle strutture ricettive all’aria aperta. Il che significa mettere le mani su una situazione complessa predisponendo interventi di recupero dei nuclei abusivi localizzati soprattutto nella zona di via Roma. Tra le altre cose il Comune si propone di inserire nella variante generale di P.R.G. adottata dal Comune con deliberazione di Consiglio n. 16 del 2010 le strutture ricognite e perimetrate conformi ai vincoli paesaggistici e ambientali, e le aree ove delocalizzare le strutture ricognite che risultino non conformi ai vincoli paesaggistici e ambientali. Di attivare il progetto di recupero dei nuclei abusivi eventualmente sorti sul territorio comunale ad attuazione della deliberazione della Giunta 28 del 13 febbraio 2015, al fine di adottare la speciale variante diretta al relativo recupero urbanistico a norma della L.R. n. 28/1980. Di attivare tutte le procedure connesse a ogni singolo procedimento di cui alla L.R. 14/2011, e del regolamento attuativo 3 Agosto 2015 n. 7 sia per quanto attiene l’avvio delle conferenze dei servizi, sia per l’inserimento nella variante generale di P.R.G, sia per la promozione ed adozione dei piani di recupero dei nuclei abusivi Di disporre l’autorizzazione provvisoria per le strutture ricettive all’aria aperta nelle more del rilascio della nuova autorizzazione e comunque per un periodo non superiore a ventiquattro mesi, a norma dell’art. 3 comma 4 della L.R. 13 Agosto 2011, n. 14. La delibera ha messo d’accordo tutti sulla necessità di trovare una soluzione politica ad una condizione di abusivismo edilizio diffuso riguardante soprattutto la zona di Torre Flavia e da ultimo segnalato dagli interventi della Guardia di finanza. «A seguito di interventi noti alle cronache- ha detto il consigliere Agostino Agaro nel motivare la sua dichiarazione di voto a favore- l’amministrazione ha deciso di riappropriarsi di poteri propri per mettere ordine in una situazione in cui stanno intervenendo altri soggetti estranei». Il riferimento è chiaramente alle operazioni della Gdf che negli ultimi mesi, fino ai più recenti sequestri dei giorni scorsi, ha apposto i sigilli a diversi camping e aree attrezzate situate in via Roma. (Fabio Paparella)

ULTIME NEWS