Pubblicato il

Soldi buttati? Per l’Enel

Soldi buttati? Per l’Enel

Il M5S replica duramente alla maggioranza. Velli: E sulle inchieste ancora è buio

FIUMICINO – Il Movimento 5 Stelle non ci sta a passare come quello che ha fatto buttare i soldi dei contribuenti in un Consiglio straordinario terminato con un nulla di fatto.

«Mentre il capogruppo Pd Patriarca fa i suoi personali ringraziamenti alla consigliera del M5Stelle Velli per aver cercato di far rispettare il Regolamento dell’aula – è scritto in una nota del M5S – il consigliere Ferreri accusa i pentastellati di aver buttato i soldi dei contribuenti per un Consiglio Comunale a suo dire inutile.

Inutile forse è tentare di spiegare per l’ennesima volta a chi non vuole capire che il Sindaco ha l’obbligo di rispondere in sede istituzionale a tutti i consiglieri ed a tutta la comunità cittadina.

Inutile è spiegare che le conferenze stampa non hanno valore giuridico mentre le dichiarazioni rilasciate in sede istituzionale sarebbero state acquisite agli atti dalla magistratura che indaga sulle concessioni dei chioschi.

Inutile è far notare al consigliere distratto, che la consigliera Velli il cartello che ritraeva Montino che chiedeva le dimissioni della Polverini nemmeno indagata, lo ha tolto al primo richiamo della Presidenza del Consiglio.

Inutile spiegare che la Presidente Califano ha chiuso la seduta perché invece gli 8 consiglieri di centro destra hanno preferito tenere la maglietta con la scritta “elezioni subito” anziché mettere alle corde il Sindaco e obbligarlo finalmente a parlare nella giusta sede istituzionale.

Infine inutile far notare che l’unico intervento del consiglio è stato quello proprio della consigliera Velli, che ha chiesto ripetutamente e con forza che il Sindaco rispondesse ai cittadini.

E Montino ha risposto, ma non in Consiglio Comunale dove è rimasto muto come un pesce, ma in una conferenza stampa indetta immediatamente dopo, in cui ha dichiarato che non vedeva il motivo per cui avrebbe dovuto rispondere ai cittadini in aula, visto che lo aveva gia’ fatto a Canale 10, emittente privata i cui spazi vengono pagati contrariamente alla sede comunale, libera e istituzionale.

Inutile infine spiegare a chi non vuole ascoltare, – conclude la Velli – che buttare i soldi dei cittadini significa spendere €25.000 per inaugurare la centrale Enel che ad oggi il Comune non ha ancora comprato, e non cercare di fare in modo che il Sindaco e 15 consiglieri indagati rendano conto ai cittadini nelle giuste sedi istituzionali».

ULTIME NEWS