Pubblicato il

Bullismo, via al ciclo di incontri a Santa Marinella

Bullismo, via al ciclo di incontri a Santa Marinella

S. MARINELLA – Nei giorni scorsi ha preso il via, presso il plesso di scuola primaria Don G. Papacchini di San Gordiano, il ciclo di incontri di prevenzione del bullismo, nell’ambito del progetto denominato “Scuola…mica”, inserito nel piano dell’offerta formativa afferente all’anno scolastico in corso che vede coinvolti i giovani alunni della classe prima. Promotori dell’iniziativa, di concerto con la dirigenza scolastica ed il corpo docente, il delegato alla legalità del Comune di Santa Marinella l’avvocato Marco Valerio Verni, e la dottoressa Mariachiara Pielich, psicologa e psicoterapeuta. “Si è creata una fantastica sinergia di intenti – dichiara Verni, illustrando le linee guida dell’iniziativa – con la dirigente scolastica, Maria Pina Cirillo e le insegnanti Teresa Lucignani e Claudia Ottoni, le quali hanno favorevolmente accolto questa iniziativa che, attraverso metodiche dedicate, mira a sensibilizzare i bambini verso la stigmatizzazione di taluni comportamenti e al riconoscimento di eventuali condotte da bullo intraprese da qualche loro coetaneo più grande, trasmettendo l’importanza della comunicazione in famiglia e con le stesse maestre, al fine di poter intervenire tempestivamente e facilitare una soluzione del problema. Tale fenomeno, di cui purtroppo attraverso la stampa, abbiamo avuto drammatiche testimonianze anche nei giorni scorsi, è spesse volte silente, o perché scambiato per la normale aggressività che può essere tipica di certe età o per la vergogna o paura da parte di chi lo subisce di parlarne con qualcuno più grande di lui che lo possa aiutare. Vittime e carnefici sono sempre più giovani, con significativi numeri già a partire dai sette anni. Come in altre tematiche, anche in questa è fondamentale la prevenzione, ed in tal senso abbiamo trovato il favorevole accoglimento da parte di tutti i genitori, che non hanno fatto mancare il loro appoggio all’iniziativa”. “Un esempio virtuoso quello di San Gordiano – conclude Verni – di come la scuola e le famiglie possano efficacemente collaborare nell’affrontare sfide importanti, che non possono essere delegate solo all’una o alle altre, ma devono trovare un fronte comune da parte di tutte le realtà coinvolte nella crescita, nella formazione e nell’educazione dei nostri figli”.

ULTIME NEWS