Pubblicato il

Degrado a Largo Costici

Il segretario del Pd Aldo Carletti torna ad incalzare l’amministrazione. «La terrazza con il libero accesso al mare è in totale disfacimento»

Il segretario del Pd Aldo Carletti torna ad incalzare l’amministrazione. «La terrazza con il libero accesso al mare è in totale disfacimento»

di GIAMPIERO BALDI

SANTA MARINELLA – Nonostante una interrogazione e diversi interventi in consiglio comunale da parte delle minoranze, la situazione di degrado in cui versa l’area di Largo Costici è tuttora evidente. «Noi abbiamo chiesto al Sindaco a che punto fossero i lavori per il pieno utilizzo dello spazio pubblico di Largo Costici – dice il segretario della sezione locale del Pd Aldo Carletti – la risposta data dall’amministrazione, fu che si stava concertando con il Demanio, la Capitaneria di Porto e il gestore delle ex cabine sottostanti, una soluzione per addivenire all’utilizzo dei giardini e della terrazza. Nel frattempo, la stessa area era stata oggetto di problemi giudiziari relativi al manufatto costruito di recente e al parziale restyling del giardino pubblico e del fontanile». «Oggi la situazione è ancora più degradata – afferma Carletti – la terrazza con il libero accesso al mare è in totale disfacimento. Passato il periodo estivo, dove lo spazio è stato utilizzato per attività commerciali, tutto è stato abbandonato a se stesso. Le siepi e il verde stanno letteralmente coprendo le strutture e vario materiale utilizzato e lì fermo da mesi. Il terrazzino lato marciapiedi, realizzato con i lavori di restyling, comincia a dare segni di disfacimento, il pavimento infatti dove si è scelto di posizionare dei listelli di plastica, riscontra crepe evidenti e a breve, anche quello spazio, sarà impraticabile. A più di un anno da quella interrogazione, dunque, nulla è cambiato, non arrivano notizie di avanzamento della concertazione tra i protagonisti di questa vicenda, le promesse fatte a suo tempo sono purtroppo svanite nel nulla. Nel frattempo il mare sta erodendo sempre di più lo spazio sottostante la terrazza, che cosa si sta aspettando? Che la terrazza crolli così non si avrà più l’impegno a risolvere il problema?» «Il suggerimento che possiamo dare a questa amministrazione e all’assessore ai Lavori pubblici – conclude il segretario – è quello di incartare Largo Costici come è stato fatto con la biblioteca comunale, per nascondere agli occhi dei cittadini anche quel meraviglioso affaccio sul mare ridotto ad una tana per topi».

ULTIME NEWS