Pubblicato il

Pascucci: ''Sarà la stazione appaltante ad espletare la gara''

Il primo cittadino spiega i vantaggi del project financing

Il primo cittadino spiega i vantaggi del project financing

CERVETERI – Spunta in una riunione di giunta nei giorni scorsi, una delibera per l’approvazione di un projet financing relativo alla costruzione di un nuovo cimitero, il quinto a Cerveteri. Subito si sollevano le polemiche che non sono le normali domande a risoluzione di cose eventualmente non capite, ma, dove impera la cultura del sospetto, immediatamente partono i film. Tutto il lavorio della classe politica si è concentrato su quel terreno. Il sindaco Pascucci torna a spiegare come stanno le cose. «Da qui a qualche mese – ha spiegato Pascucci – i cimiteri presenti non saranno più in grado di soddisfare la richiesta di sepolture. Sono l’unico Sindaco che è riuscito ad ottenere dalla sovraintendenza di riuscire ad occupare una striscia di suolo in luogo limitrofo al vecchio cimitero che essendo pieno di vincoli è improponibile per un progetto di ampliamento. Il patto di stabilità tra l’altro mi impedisce, qualora le avessi, di spendere le risorse per costruire un’opera che impegnerebbe 5.000.000 di euro quindi le strade sono due: il projet financing o l’edilizia contrattata, cioè ripagare l’investimento del privato in cambio di “cubature”». «Ho scelto la prima soluzione – spiega Pascucci – perché la seconda è più lunga e complicata anche perché in sede di nuovo piano regolatore. C’è da dire che il Projet financing deve partire dalla proposta di un privato ma che comunque seguirà un bando e la procedura è che dopo aver stabilito un valore di listino del terreno e rispettate le condizioni che il comune impone per il servizio, se il vincitore della gara non sarà il proponente-proprietario del terreno, questo avrà diritto di prelazione per conformarsi all’offerta di chi vince, oppure se non trova conveniente, chi vince acquista il terreno al prezzo stabilito prima nel bando. Si tenga presente, per dissipare ogni dubbio, che la gara sarà fatta dal nuovo organismo che abbiamo creato ora col Comune di Fiumicino e che non si esclude che anche altri comuni aderiscano, che è la «stazione unica appaltante», quindi non sarà il Comune di Cerveteri ad espletarla». «Senza retorica – conclude Pascucci – dico che un buon amministratore le cose le deve fare quando servono senza rimandare per lasciare un carico di responsabilità ad altri». (T.M.)

ULTIME NEWS