Pubblicato il

Anche il vicesindaco Zito dal commissario Pd Catalini

Anche il vicesindaco Zito dal commissario Pd Catalini

Ieri primo incontro alla presenza dei consiglieri e dei dirigenti dem

CERVETERI – Si è tenuto nella serata di ieri il primo incontro politico con il neo commissario del circolo Pd di Cerveteri Marco Catalini la cui nomina è arrivata la scorsa settimana dopo le dimissioni del segretario di circolo Alessandro Gnazi.

Tra i presenti i due consiglieri comunali del gruppo Pd, Travaglia e Ferri, ed Aldo De Angelis del gruppo misto.

Presente all’incontro di ieri sera anche il vicesindaco di Cerveteri Giuseppe Zito, iscritto on line al Partito Democratico ed ormai prossimo a varcare la soglia di via Manzoni.

Da un lato il segretario e dall’altra il gruppo di dirigenti che ne hanno decretato la sfiducia per questioni ufficialmente legate al tesseramento, ma di fatto derivanti da una frattura politica per quanto riguarda la linea politica sulla quesitone Campo di Mare. L’introduzione è stata fatta dal segretario provincia Maugliani che ha fatto da cicerone al neo commissario Catalini. Nel suo intervento il segretario provinciale ha tenuto a ricordare che l’obbiettivo è arrivare presto ad un congresso per mettere il Pd sui binari per affrontare l’ormai imminente campagna elettorale. Maugliani ha anche delineato quali saranno probabilmente i temi principali che caratterizzeranno la disputa congressuale, che sarà incentrata soprattuto sul tema del rapporto tra il Pd e l’amministrazione comunale. Da un lato una parte del circolo con a capo l’ex segretario Alessandro Gnazi pronta a portare a casa dei risultati per il partito condizionando l’amministrazione Pascucci dall’altra il gruppo che invece pone proprio contro Pascucci la pregiudiziale.

Ha poi preso la parola Marco Catalini che si è limitato ad un saluto ufficiale annunciando che verrà nominato un coordinamento per aiutarlo nella gestione della fase commisariale.

Tra gli intervenuti di particolare rilievo quella di Franco Caucci che ha annunciato la sua candidatura al prossimo congresso. Saranno quindi almeno 3 le anime che si confronteranno.

Resta il fatto che il partito dopo le forti pressioni degli ultimi due anni si è di fatto avviluppato intorno alla figura di Pascucci.

ULTIME NEWS