Pubblicato il

Farmaci scaduti, spariscono i contenitori

Farmaci scaduti, spariscono i contenitori

Le lamentele dei cittadini: impossibile disfarsi delle medicine non più utilizzabili

CIVITAVECCHIA – Che fine hanno fatto i contenitori dei medicinali scaduti che una volta si trovavano nei pressi delle farmacie? Se lo domanda una cittadina, che in questi giorni si è trovata alle prese proprio con il problema di conferimento delle medicini non più utilizzabili. La signora ha girato più volte in diversi punti della città, senza trovare una soluzione al suo problema. Che poi è un problema dell’intera collettività, dal momento che i contenitori per il conferimento dei farmaci scaduti a quanto pare non sarebbero spariti solo nei pressi dell’abitazione della donna, ma anche in altri punti della città. La donna non si è persa d’animo e si è rivolta alla farmacia che si trova nei pressi di casa sua, per chiedere chiarimenti in merito: «No signora, i contenitori non ci sono più». Grande lo stupore della signora che ora non sa dove poter gettare i farmaci non più utilizzabili. E non lo sanno neppure le farmacie. «Vorrei contribuire a non inquinare ulteriormente l’ambiente – commenta la cittadina vittima del disservizio – per questo continuo a tenere in macchina le medicine scadute, in attesa di sapere come e quando sarà possibile gettarle». Ma una domanda è legittima: a chi compete garantire ai cittadini di Civitavecchia un conferimento ottimale delle medicine scadute? E chi ha preso la decisione di rimuovere gli appositi contenitori? E soprattutto, quale beneficio ha portato questa improvvisa rimozione alla cittadinanza?

ULTIME NEWS