Pubblicato il

''Nuovi collegamenti e innovazioni''

''Nuovi collegamenti e innovazioni''

Mundula fa il punto della situazione sul trasporto pubblico con i vicini ladispolani. Il delegato: «Il nostro obiettivo è partire in estate»

di DANILA TOZZI

CERVETERI- L’unione fa la forza.

È questo il principio che si apprestano a concretizzare i due comuni cugini, Cerveteri e Ladispoli, a proposito di trasporto pubblico urbano.

Mettendo insieme le risorse umane ed economiche, ad un unico tavolo si sono seduti Andrea Mundula, delegato cerite a Mobilità e Trasporti e Pierlucio Latini, delegato ai trasporti del sindaco Paliotta per rilanciare un progetto di cui da tempo si discuteva senza arrivare a una soluzione concreta.

Ora invece come annunciano «La Commissione giudicatrice sta esaminando le offerte pervenute. A breve avremo un nuovo servizio di Trasporto Pubblico Urbano integrato tra i due territori comunali, con sicuri vantaggi per i collegamenti con le frazioni e le stazioni ferroviarie».

Mundula, ex assessore alla tutela e organizzazione del territorio, ha spiegato che la Commissione di gara si è riunita in seduta pubblica per aprire le buste delle 8 ditte che hanno risposto al bando.

«Con l’aiuto dell’amministrazione ladispolana abbiamo elaborato un nuovo sistema di linee che, da una parte, punta a rendere più efficienti e funzionali i collegamenti all’interno del territorio e con le frazioni, mentre dall’altro dà una risposta concreta ai continui tagli che da anni interessano il settore del trasporto pubblico.

Mettendo a sistema i servizi offerti nelle due città, infatti, diamo un assetto più razionale al sistema delle linee urbane.

Oltre al fatto che quest’operazione fa bene alle tasche dei cittadini, siamo convinti che una mobilità pubblica e collettiva possa essere una risposta concreta ai problemi e aiuta il discorso sull’inquinamento ambientale.

Il progetto che abbiamo approntato contiene elementi importanti di innovazione tecnologica per fornire un servizio più efficiente, sia in termini funzionali che di impatto ambientale». Siamo ancora alla fase due come ha specificato Mundula perchè “Dopo la verifica dei requisiti si terrà una seconda seduta pubblica in cui saranno esaminate le offerte tecniche, cioè quello che le ditte offrono in più rispetto alla base di gara in termini di servizi.

Non ci sono tempi prestabiliti ma possiamo stimare che potrà essere necessario circa un mese. Infine, in nuova seduta pubblica, verrà proclamata la graduatoria delle offerte tecniche e contestualmente verranno aperte le offerte economiche che concluderanno la fase concorrenziale.

A questo punto si potrà proclamare il vincitore provvisorio, che sarà sottoposto ad ulteriori verifiche.

Completata questa fase, che segue regole molto rigide, si potrà finalmente firmare il contratto e avviare il nuovo servizio.

Il nostro obiettivo è partire prima dell’estate.

Auguro buon lavoro al personale impegnato nella commissione di gara».

ULTIME NEWS